Qatar espelle donna che denuncio' stupro militari Libia

Qatar espelle donna che denuncio' stupro militari Libia

Iman Obeidi la donna – Iman Obeidi, la donna di 30
anni che denuncio' ai giornalisti stranieri a Tripoli di essere
stata stuprata da alcuni militari, e' stata espulsa dal Qatar,
dove si era rifugiata da meno di un mese.
Secondo fonti dell'Onu e dell'amministrazione americana, Iman
Obeidi e' stata fatta imbarcare su un aereo militare diretto a
Bengasi, la 'capitale' della ribellione anti-regime, dove
attualmente si trova.
La donna non voleva rientrare in Libia, dicendo di temere
per la sua vita. Nella prima settimana di maggio era riuscita a
fuggire in Tunisia grazie all'aiuto di un ufficiale delle forze
armate di Gheddafi.
Con l'aiuto con Consiglio nazionale di transizione (Cnt)
libico, l'organo degli insorti, aveva poi raggiunto il Qatar.
Non si conoscono i motivi del suo allontanamento.
Iman Obeidi lo scorso marzo visse momenti di grande
notorieta' quando fece irruzione nell'albergo che
ospita i giornalisti stranieri a Tripoli denunciando di essere
stata sequestrata e stuprata da alcuni militari.
Bloccata dagli addetti alla sicurezza, era stata
trascinata via da alcuni agenti in una concitata scena ripresa
dagli operatori delle Tv presenti. Inizialmente era stata
spacciata per malata di mente ma era poi emerso che in realta'
era stata arrestata.
Successivamente il governo di Tripoli aveva fatto sapere che
la donna era di nuovo libera e che cinque persone erano state
fermate per le violenze sessuali da lei denunciate.

Potrebbero interessarti anche...