Categorie
cronaca

La Chiesa Evangelica in Inghilterra incoraggia i malati ad interrompere le cure. Molti i morti

MILANO Diverse persone malate gravemente – Diverse persone malate gravemente,
alcune di cancro e aids, sono morte in Inghilterra per aver
interrotto la terapia e deciso di affidarsi solo alla preghiera
perche' incoraggiati dai pastori di alcune chiese evangeliche
cristiane. E' accaduto a Londra, Manchester e Glasgow, come ha
rivelato un'indagine dell'African health policy network (Ahpn),
poi ripresa dalla Bbc.

Almeno tre donne sieropositive sarebbero morte cosi'.
Francise Kaikumba, capo dell'Ahpn, ha raccontato di una persona
che si e' suicidata l'anno scorso dopo essere stata convinta
dalla chiesa che non soffriva di problemi di salute mentale.
L'uomo ha smesso di prendere i farmaci, su consiglio del
pastore, e la sua salute psichica e' peggiorata
progressivamente, fino al suicidio.

''Alle persone viene detto – spiega Kaikumba – che la guarigione spiturale e' la migliore cura per ogni malattia. Abbiamo trovato molte persone
vulnerabili a cui e' stata offerta la soluzione di interrompere
le terapie per curare diabete, tubercolosi, cancro. E questo non
succede solo in Gran Bretagna, ma in scala maggiore in Africa''.

Tra le chiese coinvolte ci sarebbero la Chiesa universale del
regno di Dio e la Chiesa di tutte le nazioni, nel sud di Londra,
dove sul loro sito sostengono che ''i medici curano, mentre Dio
guarisce attraverso il potere della fede''.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.