cronaca

L’esercito australiano si fa rosa: le donne potranno essere capi e andare al fronte

SYDNEY – Il girl power fa un’altra conquista: in Australia sono state abolite anche le ultime restrizioni per le donne soldato. Ora anche le soldatesse potranno andare al fronte, come ad esempio in Afghanistan, e fare carriera, mettendo sotto i colleghi maschi. Il tutto però tra cinque anni, ma è già qualcosa.

Finora le donne hanno accesso all’esercito, in marina e nell’aviazione, mentre non possono accedere alla fanteria, all’artiglieria e nei reparti dei sommozzatori specializzati in operazioni di sminamento. Tra 5 anni tutto questo cambierà: non solo le donne avranno accesso a tutti i rami dell’esercito ma potranno anche diventare ufficiali, arrivando fino alla carica massima di Capo della Difesa. Inoltre potranno essere impiegate in prima linea nei combattimenti, e ciò rappresenta un importantissimo passo in avanti per l’Australia: le soldatesse potranno dare un grande contributo, ad esempio, nelle Forze Speciali in Afghanistan.

Il risvolto della medaglia però c’è. Perché questo cambiamento? Perché il ministro della Difesa australiano ha deciso questa apertura? Molti pensano che l’iniziativa sia da ricondurre allo scandalo che ha coinvolto l’Accademia Militare australiana qualche settimana fa: un comandante, Bruce Kalder, è stato indagato per uno scandalo sessuale che lo vedeva coinvolto con una giovane donna cadetto. La soldatessa ha dichiarato in televisione di aver avuto degli incontri consensuali con il comandante, che però li avrebbe filmati e diffusi tramite Skype ai suoi colleghi.

Lady V

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.