‘Life in a Day’: ambizioso docufilm sperimentale di Ridley Scott presentato al Sundance Film Festival

‘Life in a Day’: ambizioso docufilm sperimentale di Ridley Scott presentato al Sundance Film Festival

Life in a Day (La vita in un giorno), l’ambizioso film documentario realizzato con un collage dei video provenienti da migliaia di utenti di YouTube, ha debuttato al Sundance Film Festival, il festival del cinema indipendente che si svolge in questi giorni nello Utah (Stati Uniti) ed è stato trasmesso in streaming sul canale YouTube dedicato.

Il regista del film sperimentale, lo scozzese Kevin Macdonald (Un giorno a settembre e L’Ultimo Re di Scozia) ha spiegato che lo scopo del progetto era quello di rappresentare la vita del mondo intero nell’arco di un solo giorno, sabato 24 luglio 2010, in modo genuino e positivo, così che fosse d’ispirazione per le generazioni future.

Le cifre del progetto sono straordinarie: circa 4500 ore di filmati provenienti da ben 197 Paesi, 45 lingue diverse, 80 mila utenti che hanno mandato il proprio materiale e che è stato successivamente editato in fase di post-produzione da Macdonald, con l’aiuto di un team di montatori, per creare un lungometraggio-esperimento di regia sociale della durata di novanta minuti.

Il film dipinge una serie di esperienze di vita quotidiana, tra cui quella di un uomo coreano che per nove anni ha girato il mondo in bicicletta e quella di una giovane donna in lotta contro il cancro. Alcuni filmati, soprattutto quelli provenienti da lontanissime regioni del Sud Africa, del Medio Oriente e dell’Africa sono stati inoltrati grazie all’aiuto delle moltissime organizzazioni a scopo sociale che hanno partecipato al progetto.

La Scott Free Productions, inoltre, ha collaborato con l’associazione Against All Odds per distribuire 500 videocamere nelle aree più povere del mondo, così da garantire la massima autenticità e varietà di rappresentazione nel film. Secondo il produttore esecutivo Ridley Scott, questo esperimento ispirerà molti più giovani a prendere in mano la macchina da presa e a raccontare le proprie storie.

Life in a Day è stato supportato da YouTube nel suo tentativo di abbattere le barriere mediatiche di musica, arte e cinema e da LG Electronics, come punto chiave della campagna Life’s Good, che punta alla creazione di contenuti online di alta qualità, che possano essere guardati e condivisi da tutto il mondo, senza distinzione di razza, religione, sesso o età.

Chi non ha assistito alla prima in streaming, avrà comunque la possibilità di guardare il film, con sottotitoli, il28 gennaio alle ore 19.00 locali di ciascuna nazione. Gli utenti i cui video sono stati scelti per il documentario hanno ricevuto un credito come co-regista e si sono recati a Park City, città nella quale si svolge il Sundance Film Festival (20-30 gennaio 2011).

[gmap]

Potrebbero interessarti anche...