A Roma si è inaugurato il primo salone del lusso…per molti ma non per tutti…

A Roma si è inaugurato il primo salone del lusso…per molti ma non per tutti…


Inaugurato il primo salone del lusso a Roma: tendenze di lusso per viziati del raro e bello…

In occasione della straordinaria apertura del primo salone del lusso a Roma, il Dott. Alejandro G. Jantus (presidente dell’Expo Luxe) spiega che l’upper class italiana sembra proprio voler riscoprire i fasti degli Anni Ottanta.

Una ricerca sui consumi dei luxury good promossa da Expo Luxe in collaborazione con il magazine World & Pleasure  manifesta per il 2011 un trend positivo per il settore del lusso.

Il fenomeno, secondo l’indagine realizzata su un campione di 2.000 persone di entrambi i sessi nelle città di Roma e Milano, non coinvolge solo i tradizionali consumatori del lusso ma riguarda anche una nuova categoria di persone che non cercano solo beni materiali costosi ma anche prodotti che rimandano ad uno stile di vita veritiero, multidimensionale e che non comprende solo oggetti preziosi ma anche uno status di benessere a livello olistico.
Il lusso oggi interessa il grande pubblico e contribuisce anche a migliorare la qualità della vita delle persone perché regala emozione e soddisfazione oltre che qualità e raffinatezza.
Secondo l’indagine in testa alla classifica ci sono i prodotti di abbigliamento griffato (23,5%) seguiti dai viaggi e tempo libero (22%) e dall’oreficeria (16,5%). I risultati però cambiano a seconda delle città.

A Roma al primo posto si dispongono i prodotti di oreficeria mentre a  Milano nel 2011 si prediligeranno l’abbigliamento griffato (26%), i viaggi e tempo libero (24%) e le automobili (13%).

Per i romani tra i luxury good dopo i prodotti di oreficeria (23%), seguono l’abbigliamento con griffe (21%) e il turismo e tempo libero (20%).

Il  settore delle opere d’arte interessa l’8% dei milanesi, mentre a Roma solo il 3% .

Forse perché Roma è già un’opera d’arte di rarità e splendore celestiale?

Potrebbero interessarti anche...