La maggioranza delle coppie fa la separazione dei beni

La maggioranza delle coppie fa la separazione dei beni

Ci si ama, ci si sposa ma del futuro non ci si fida. Risultato: quelli che si sono sposati nel 2008 hanno voluto a grande maggioranza la separazione dei beni, il 62,7% dei casi contro il 56% di una manciata di anni fa, nel 2004.

Diminuisce anche il coinvolgimento della famiglia d’origine. Chiedere la mano della sposa 50 anni fa era tradizione nel 47% dei casi, oggi siamo scesi al 15%. Far pagare al papà dello sposo la festa di nozze è passato dal 44 al 17%.

In controtendenza i confetti, invece, offerti oggi nel 64% dei casi, ieri nel 54%. C’è da dire che spesso oggi vengono usati come sostituto delle bomboniere, sempre in maggior calo.

Le lattine attaccate alla macchina degli sposi? Cosa antica: oggi lo fa solo il 6% degli sposi contro il 22% del ’60. Si risparmia anche sugli abiti: ieri la sposa ne voleva due (uno per la cerimonia e uno per la festa) nel 51% dei casi, oggi sono il 7% lo fa.

Partire subito dopo la festa è un’altra moda in calo: dal 47% al 16% dei casi, complice la maggior usanza di sposarsi il pomeriggio anziché la mattina.

Ultima usanza in calo è il famoso “discorso” affidato all’ospite più prestigioso: croce e delizia per gli invitati nel 78% dei matrimoni di ieri, oggi lo richiede “solo” il 57% degli sposi.

Potrebbero interessarti anche...