Categorie
attualità

Sponsorshop: le aziende del lusso hanno una nuova chiave di successo

La chiave di successo per le aziende del fashion & luxury? Da oggi si chiama Luxury ADNews, il nuovo strumento che permette di monitorare l’attività pubblicitaria dei competitor.

Il servizio, messo a punto da Sponsorshop, agenzia di monitoraggio pubblicitario creata nel 1992 a Milano da Stefania Andrello e altri soci, mette a disposizione un database online aggiornato quotidianamente con tutte le nuove campagne su TV, stampa, radio, web, affissioni e attività nei punti vendita, con 1.000 rilevazioni settimanali e 4.000 mensili nei media nazionali oltre a uno storico decennale.

Luxury ADNews rileva ad oggi oltre 250 brand del settore, tra cui Bulgari, Gucci, Bang & Olufsen, Vertu, Poltrona Frau, Clinique, Ducati, Emirates e Moet&Chandon, classificati nelle diverse categorie di appartenenza.
Stefania Andrello spiega: “Lavorando nel settore da 20 anni abbiamo notato una carenza nel monitoraggio specifico del segmento luxury, così abbiamo ideato questo servizio”. Ma cosa emerge dal monitoraggio del settore? “Gli ultimi dati – prosegue la Andrello – mostrano che il comparto del lusso è in continua crescita, in termini di investimenti pubblicitari”.

La clientela di Sponsorshop è composta soprattutto da agenzie di pubblicità e aziende, ma anche centri media e case di produzione. “Quando siamo partiti – prosegue la manager – ci occupavamo solo di pubblicità below the line, un’innovazione per l’epoca, poi dal 2000 abbiamo iniziato a coprire anche l’above the line, la fetta del mercato più sostanziosa e il cui monitoraggio è oggi più richiesto dalle aziende”.

“Con il nostro database, online dal 2002 – conclude la Andrello – siamo poi riusciti a fornire ai clienti un vantaggio notevole, perché è semplice da utilizzare e offre un servizio affidabile, rapido e aggiornato in tempo reale e la possibilità di scaricare e condividere tutti i dati via web. In mattinata si possono già vedere le attività dei competitor del giorno precedente. Grazie anche a questi plus, abbiamo superato il biennio di crisi e continuiamo a crescere con un tasso del 20% all’anno”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.