Morire d’amore a Natale: donne uccise dai mariti

ROMA – E’ incredibile, siamo nel 2011 e ancora tantissime donne muoiono uccise dai loro mariti. Non succede solo nel terzo mondo o nei paesi arabi, succede anche da noi. E meno male che qualcuno dice che siamo popoli più civili…

Basta vedere le ultime notizie di cronaca che escono. L’ultima in ordine di tempo? Una donna di 35 anni è stato quasi uccisa la mattina di natale a coltellate dal marito, durante una lite a Milano. L’uomo, tunisino ma poco conta, non solo l’aveva uccisa ma era anche fuggito continuando a chiamarla sul cellulare, per depistare da sé i sospetti.

Per fortuna però le forze dell’ordine lo hanno rintracciato e la donna, sua coetanea, colpita da un fendente all’addome, è ormai fuori pericolo e ha riportato un prognosi di 30 giorni.

Ancora un’altra notizia, questa volta ancora più tragica. Un’altra donna è stata uccisa il giorno prima della vigilia di Natale a Melfi, in provincia di Potenza, dal convivente che è stato poi fermato dai Carabinieri. Il movente? “Gelosia morbosa” che lo aveva spinto fino a schiavizzare la donna. I carabinieri hanno trovato il cadavere sul letto: il viso aveva evidenti tumefazioni.

Lady V

Potrebbero interessarti anche...