Michael Kors si quota in borsa e va oltre le aspettative

sfilata Michael Kors

Già il 5 Dicembre scorso avevamo annunciato l’idea, da parte di Michael Kors, di quotarsi in borsa. Proprio in quei giorni infatti lo stilista aveva consegnato alle autorità competenti il prospetto per la quotazione secondo cui avrebbe messo in vendita fino a 47,96 milioni di titoli ad un prezzo compreso fra i 17 e i 19 dollari per azione.

Bene, proprio due sere fa è stato fissato il valore dell’IPO di Michael Kors Holdings Ltd, che, oltre le aspettative, è stato valutato 20 dollari per azione.

Il numero di azioni vendute nell’offerta secondaria è stato di 47,2 milioni di dollari, il che significa che l’offerta totale raccoglierà ben 944 milioni. A 20 dollari per azione, la società chiuderà l’offerta a 3,8 miliardi di dollari.

Come precedentemente riportato l’offerta è stata di 10 volte superiore alle previsioni ed è stata chiusa in anticipo lo scorso martedì pomeriggio.

Le contrattazioni inizieranno questa mattina alla New York Stock Exchange, dove Kors, il CEO John Idol ed i partner Silas Chou eLawrence Stroll, che hanno acquistato la Michael Kors nel 2003, suoneranno la campana di apertura.

L’IPO è stata sottoscritta, tra gli altri, da Morgan Stanley, J.P. Morgan, Goldman, Sachs & Co.

La Michael Kors Holdings è un marchio ormai affermato nel mondo della moda: creato nel 1980, spazia dall’abbigliamento alle scarpe, riempiendo le vetrine dei propri store monomarca, e anche presente nei department store di alto livello come Saks Fifth Avenue e Harrods.

La compagnia, tra l’altro, ha superato bene l’attuale crisi economica, mostrando una costante crescita delle vendite.

Potrebbero interessarti anche...