attualità

Moda & finanza: Michael Kors si quota in borsa

Michael Kors collezione a\i 2011

NEW YORK-  Michael Kors Holdings, di cui lo stilista Michael Kors oltre a essere il fondatore è anche il direttore creativo, ha consegnato alle autorità competenti il prospetto per la quotazione che metterà in vendita fino a 47,96 milioni di titoli ad un prezzo compreso fra i 17 e i 19 dollari per azione. Se riuscisse a vendere a 18 dollari per azione, l’azienda raccoglierebbe 750,6 milioni di dollari, mentre a 19 dollari, arriverebbe a 792,3 milioni di dollari.

Sembra proprio dunque che Michael Kors pensi alla borsa, anche se nel prospetto non viene indicata alcuna data di un possibile sbarco, ma solo che avrà luogo “appena possibile dopo che questa registrazione sarà effettiva” e che l’azienda sarà quotata con la sigla KORS.

Inoltre Micheal Kors Holdings non venderà azioni proprie, ma quelle di alcuni dei suoi maggiori investitori. Lo stilista vorrebbe ridurre all’8,6% la sua quota del 12%, Sportswear Holdings l’azionista di maggioranza, ha in programma di vendere 25,9 milioni di azioni per ridurre la propria quota dal 52 al 38%, mentre John Idol, AD di Michael Kors si porterà al 5,1%.

L’azienda americana, fondata dallo stilista omonimo nel 1981, ha archiviato il primo semestre con un fatturato di 520,2 milioni di dollari e un utile di 64,7 milioni di dollari quasi raddoppiato rispetto allo stesso perioodo del 2010.

Michael Kors collezione a\i 2011

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.