Categorie
attualità

Basta cover-girl! ora è il trend delle “donne vere”

MILANO-La scorsa settimana, la casa inglese di lingerie Ann Summers ha lanciato una nuova campagna utilizzando come modelle delle “vere donne”. In Italia il settimanale femminile Donna Moderna dichiara perfino in copertina di non voler più usare modelle professioniste e promuove casting in tutta Italia per trovare protagoniste “reali” per i suoi servizi di moda. Tutto questo sottintende che per “vere” e “reali” si intende donne in possesso dei tradizionali requisiti delle donne normali e cioè con taglie sicuramente superiori alle tradizionali 38/40 delle modelle finora più richieste. Ma quello che va bene per “prodotti” popolari come Ann Summers e Donna Moderna potrà fare tendenza? Le case di moda e le riviste più esclusive sapranno rinunciare alla “anoressica eleganza” delle top model per cercare finalmente di dare alle giovani donne dei modelli meno devastanti? Finora sono stati fatti molti proclami, le varie Camere della Moda italiani, francesi, americane e inglesi si sono impegnate a non far sfilare modelle visibilmente anoressiche ma basta guardare le foto delle sfilate, e vi invitiamo a farlo, e ci si può rendere conto che finora sono state solo parole al vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.