ambiente

Sorrento, abbattuto il pino simbolo della città. Aveva 130 anni.

Era uno dei simboli di Sorrento (Napoli), un pino di 130 anni, 12 metri di altezza e 332 centimetri di circonferenza, che svettava dai bordi di una terrazza di una delle piu’ belle ville sovrastante Marina Piccola. Ora non c’e’ piu’. Abbattuto, a detta della proprieta’ perche’ ammalato. Intanto il Wwf della Costiera, con una ricca documentazione fotografica, denuncia la sparizione di questo esemplare proprio quando il 2011 e’ stato dichiarato dall’Onu ‘Anno internazionale delle Foreste’.

Secondo il Wwf era stato piantato dal barone Maximilian Von Gunderrode di Francoforte ai primi del ‘900 sulla terrazza di questa villa denominata Villa Nardi, poi trasformato in hotel Europa e poi Hotel d’Angleterre. ”Su quali siano state le cause che abbiano portato al deperimento e alla morte del grosso esemplare arboreo e’ difficile dare una risposta certa – dice Claudio Esposito, responsabile Wwf per la Costiera sorrentina – e’ molto probabile che ci siano state una serie di concause tra cui, in primis, gravi danni all’apparato radicale, causati da recenti interventi antropici, che ne avrebbero compromesso l’assorbimento delle sostanze vitali dal terreno, aggravati da drastiche potature con taglio di grossi rami, praticati circa 6 anni fa su quasi meta’ della chioma, che hanno comportato la riduzione della capacita’ fotosintetica della pianta e ferite mai guarite”.

Il rappresentante del WwF, intervenuto sul posto durante il taglio ha recuperato una sezione circolare del tronco, che potra’ raccontare anche l’ambiente circostante. In accordo con i proprietari del fondo, si e’ concordato l’impianto di un nuovo esemplare di analoga specie, secondo la normativa vigente.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.