Anche le scimmie hanno bisogno del "sex toy", foglie per attirare le femmine

Anche le scimmie hanno bisogno del "sex toy", foglie per attirare le femmine

Anche gli scimpanzé hanno bisogno di un aiutino quando fanno sesso. Non si tratta di un Viagra per scimmie ma di un sorta di ‘sex toy’, tutto al naturale, usato dai nostri antenati ominidi per i loro momenti di intimità: una normalissima foglia che, se strappate a dovere, emette un suono in grado di attirare le femmine.  L’autorevole rivista “Science”  ha infatti pubblicato uno studio di William McGrew, un professore di antropologia dell’Università di Cambridge.

La tesi di partenza è molto semplice e accomuna tutti gli esseri viventi, umani e no: i maschi per avere successo, sostanzialmente devono suscitare la curiosità del gentil sesso e cercare di farla durare nel tempo. “Per raggiungere questo obiettivo – spiega il professore – gli scimpanzé strappano delle foglie secche che rompendosi producono un rumore stridente”. Niente di trascendentale, tuttavia funziona.

“Lo scimpanzé talvolta è costretto a fare a pezzetti decine di foglie, prima di essere notato. Poi però – assicura McGrew – se la femmina è interessata, la conquista è garantita”. In fondo, ironizza il New York Times, stuzzicato dalla notizia, è come quando i giovani tentano l’abbordaggio delle ragazze alzando il volume della radio delle loro auto. Dalle foglie al Hi-Fi è passato qualche millennio di evoluzione. Ma la strategia complessiva resta sempre lo stessa.

Potrebbero interessarti anche...