Procreazione, Gran Bretagna: embrioni con il Dna di tre persone

Procreazione, Gran Bretagna: embrioni con il Dna di tre persone

Sono stati ottenuti embrioni umani con il Dna di tre persone, due madri e un padre, per evitare la trasmissione di malattie ereditarie. Il risultato, pubblicato su Nature, è stato ottenuto in Gran Bretagna, nell’università di Newcastle.

L’obiettivo della ricerca è evitare la trasmissione delle malattie ereditate per via materna, attraverso il Dna mitocondriale, il materiale genetico contenuto nelle centraline energetiche delle cellule (mitocondri) e diverso rispetto al Dna contenuto nel nucleo.

Di conseguenza i ricercatori, coordinati da Douglass Turnbull, hanno utilizzato gli ovociti di due donne. In primo luogo è stato prelevato il nucleo di una donna non portatrice di malattie mitocondriali: in questo modo si è ottenuto un ovocita che contiene esclusivamente Dna mitocondriale non a rischio.

Quindi dall’ovocita della donna portatrice di malattie mitocondriali è stato prelevato il nucleo, così come è stato prelevato il Dna dell’uomo. I Dna della donna e dell’uomo sono stati così trasferiti nell’ovocita con il Dna mitocondriale sano e in questo ambiente senza rischi ha avuto inizio il processo di fecondazione vero e proprio, con la fusione dei patrimoni genetici dei due genitori.

Potrebbero interessarti anche...