Usa: condannato a morte chiede test del Dna

Usa: condannato a morte chiede test del Dna

Hank Skinner

Gli avvocati del condannato a morte Hank Skinner, che dovrebbe comparire davanti al boia mercoledì 24 marzo  in Texas, hanno ribadito la richiesta di un test Dna per dimostrare l’innocenza del detenuto.

Skinner, 47 anni, si è sempre proclamato innocente della uccisione nel 1993 della sua compagna e dei suoi bambini. «Non riesco a pensare ad alcuna spiegazione logica per il rifiuto di effettuare il test del Dna in un caso dove esistono forti elementi sulla innocenza del condannato», ha affermato l’avvocato Rob Owen.

La Corte Suprema degli Stati Uniti e il governatore del Texas Dick Perry sono le ultime due possibilità rimaste al condannato per evitare l’appuntamento col boia.

Potrebbero interessarti anche...