Categorie
ambiente

Cosa "sniffano" i felini? Obsession di Calvin Klein. La classifica dei "profumi per tigre"

Si chiama Sasha, vive nel Bronx, pesa oltre 200 chili, quando sente il profumo “Obsession” di Calvin Klein va in visibilio. Non si tratta, come sembrerebbe, di una vecchia signora russa residente a New York e obesa. Il “personaggio in questione” è una tigre siberiana che vive nel rinomato giardino zoologico della capitale dei grattacieli made in Usa.

Il felino dalle enormi fauci e dal lungo pelo, infatti, a dispetto del suo aspetto feroce, va in un brodo di giuggiole e perde ogni difesa dopo una sola annusata della celebre fragranza di Calvin Klein, essenza dal nome conturbante e sexy che esercita il suo fascino anche sui ghepardi e puma, animali, per i quali rappresenta realmente un’ “ossessione”.  Un effetto contagioso, se si pensa che la stessa profumazione è l’odore preferito di  giaguari, cinghiali, tapiri e tante altre razze, come racconta Dario Franceschini sul quotidiano la Repubblica.

Naturalisti e zoologi hanno fatto la prova e hanno utilizzato i profumi per testare il livello di curiosità degli animali. Risultato: le essenze eccitano a tal punto le bestie allo stato brado da essere seconde soltanto a un buon pasto a base di selvaggina. Come a dire: bisogna pur mangiare. Ma il vero divertimento Sasha lo ottiene sfregando il suo pelo proprio contro un albero impregnato del suo profumo preferito. I guardiani di Sasha, la tigre del Bronx Zoo, lo confermano: nemmeno la sua leccornia preferita, un pasticcio di coniglio e manzo, la eccita come “Obsession”.

La scoperta dell’amore incondizionato dei felini per i profumi è di Pat Thomas, curatore della Wildlife Conservation Society del Bronx Zoo, ma è diventata in breve tempo una vera e propria tendenza fra gli studiosi di tutto il mondo. Con due ghepardi come cavie e una serie di profumi tra i più in voga del momento Thomas ha iniziato i suoi esperimenti. Ha spruzzato diverse marche su un punto dell’area recintata dove vivevano i ghepardi e poi ha tenuto conto di quanto tempo li annusavano. E’ emersa una vera e propria hit parade dei profumi “più amati dal felino”: partendo dal peggiore, con soli 2 secondi di permanenza del naso dell’animale all’ultimo posto si piazza “Beatiful” di Estée Lauder, meglio, 15 secondi per “Charlie” della Revlon, 10 minuti per “L’Air du Temps” di Nina Ricci e 11 minuti e 10 secondi, il massimo, per “Obsession for Men” di Calvin Klein.

Un tempo così lungo i ghepardi non lo utilizzano nemmeno per la loro sopravvivenza, ovvero, per nutrirsi. C’è di più. C’ un uomo, Roan Balas McNab, direttore della Wildlife Conservation Society, che ha passato 14 anni a esplorare una riserva nelle foreste tropicali del Guatemala avvistando un solo giaguaro, come racconta al Wall Street Journal. Ebbene, questo signore ha dovuto constatare che da quando l’area nei pressi delle videocamere disseminate da McNab nella giungla è stata spruzzata di “Obsession”, gli avvistamenti sono triplicati, permettendo di imparare molto di più sul predatore, che in preda agli effluvi tanto amati, forse particolarmente ispirato, si è persino lasciato filmare durante i suoi rituali di corteggiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.