Categorie
ambiente

Michael Jackson: un anno dopo la morte commemorazioni e raduni negli Usa

A quasi un anno dalla morte di Michael Jackson, il 25 giugno 2009, il cimitero di Glendale, vicino a Los Angeles, nel sud della California, si prepara ad essere invaso da migliaia di fan dell’ex re del pop, ma non è chiaro se il mausoleo che ne custodisce le spoglie sarà accessibile per la prima volta al pubblico.

Centinaia e centinaia di fan sono attesi anche nei pressi di Neverland, il ranch del cantante nella California Centrale, dove però nulla di particolare è stato organizzato, almeno fino ad oggi. Secondo il tam tam dei siti di gossip americani, i tre figli di Jackson, Prince, Paris e Blanket, non si troveranno però nei dintorni: saranno con la nonna Katherine Jackson a Gary, in Indiana, la città natale di Jacko.

Anche a New York, una città che ha sempre amato Michael, sono previste una serie di commemorazioni. La più simbolica si svolgerà il 29 giugno al mitico Apollo Theater di Harlem, a Manhattan, dove Jacko fece i primi passi con i Jackson Five. E’ una rappresentazione dello show ‘Ultimate Thriller Tour’, di un ex coreografo del cantante, Mic Thompson.

Tutte le tv americane infine hanno in programma una serie di trasmissioni specialmente dedicate a Jackson: spicca in particolare il documentario che la tv via cavo Tv Guide Network manderà in onda venerdì, Gone too Soon (scomparso troppo presto), del giornalista Ian Halperin.

A Glendale, ci si prepara ad una invasione di fan e Radar Online non ha più dubbi: una fonte esclusiva ha confermato al sito specializzato in pettegolezzi che ad un anno esatto dalla sua morte, e per tutto il fine settimana, i fan di Michael Jackson potranno visitare il mausoleo del Forrest Lawn Memorial Park, quello delle star di Hollywood.

Ma un altro sito di gossip, Sawf News, scrive l’esatto contrario: sì ad un omaggio nel parco del cimitero delle star, ma il mausoleo rimarrà off limit, come deciso dalla direzione del Forrest, e dal Los Angeles Police Department (Lapd) la polizia della metropoli sud californiana. Sarà un omaggio limitato: niente palloni colorati, niente musica, nessun venditore ambulante con guanti argentati di strass, t-shirt Thriller o maschere da zombie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.