Categorie
ambiente

Leonardo DiCaprio soffre di depressione e "Shutter Island" di certo non aiuta

L’attore ha ammesso di lottare contro questo “demone” che lo affligge ma le riprese del film “Shutter Island”, di Martin Scorsese, ambientato in un manicomio criminale, “non mi hanno proprio aiutato”.

Leonardo DiCaprio affronta i propri “demoni”. L’attore, 35 anni, ha ammesso di lottare continuamente contro la depressione: “La solitudine è il mio demone personale. Durante le riprese del film “Shutter Island” è stato come cadere in un buco nero. Sei tagliato fuori da amici, parenti e la tua ragazza. E’ orribile”.

“Il mondo continuava a girare mentre ero bloccato sul set – spiega l’attore – E ‘come una strana forma di amnesia”.

L’ultima fatica di DiCaprio è appunto “Shutter Island”, film diretto da Martin Scorsese ambientato in un un manicomio criminale posto su un’isola in Massachusetts, dove due agenti federali, tra cui DiCaprio, devono indagare sulla scomparsa di un paziente. L’indagine viene complicata da una rivolta dei pazienti e da un uragano che li costringe a rimanere bloccati sull’isola.

“Il film – ha dichiarato DiCaprio – mi ha distrutto emotivamente come mai mi era accaduto e poi la depressione non mi ha di certo aiutato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.