ambiente

Le cellule staminali cureranno sclerosi, ictus e traumi vertebrali

È una realtà all’avanguardia nel campo della medicina rigenerativa e un punto di riferimento per la ricerca in questo ambito a livello internazionale. Da anni gli scienziati dell’Unità di neuro immunologia che opera all’interno dell’Istituto di neurologia sperimentale dell’Istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano, studiano i meccanismi alterati che sono alla base di alcune […]

Le cellule staminali cureranno sclerosi, ictus e traumi vertebraliÈ una realtà all’avanguardia nel campo della medicina rigenerativa e un punto di riferimento per la ricerca in questo ambito a livello internazionale. Da anni gli scienziati dell’Unità di neuro immunologia che opera all’interno dell’Istituto di neurologia sperimentale dell’Istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano, studiano i meccanismi alterati che sono alla base di alcune delle più gravi malattie che colpiscono il cervello e il midollo.

Il lavoro svolto dal team ha dimostrato che la capacità rigenerativa delle cellule staminali può essere utilizzata per sviluppare nuove terapie per malattie del sistema nervoso centrale in cui una forte infiammazione provoca la distruzione di tessuto determinando gravi handicap. Le ricerche si sono focalizzate su tre patologie: la sclerosi multipla, l’ictus cerebrale e i traumi vertebrali.

Sclerosi Multipla
Questa malattia è provocata da una reazione sbagliata del sistema immunitario che scatena un attacco contro la mielina, una sostanza del sistema nervoso centrale, scambiandola per un agente estraneo. I sintomi più frequenti sono fatica, disturbi della sensibilità, disturbi visivi, dolore, spasticità, disturbi cognitivi, depressione. Le donne risultano colpite in numero doppio rispetto agli uomini. La maggior parte dei sintomi dovuti alla sclerosi multipla può essere trattata con farmaci ma per il futuro la speranza è riposta nelle cellule staminali.

Ictus cerebrale
I sintomi sono dovuti a un danno al sistema nervoso centrale che fa perdere alcune funzioni del cervello. La causa di questo danno è una riduzione del flusso sanguigno o dalla rottura di un vaso sanguigno. I sintomi dell’ictus cerebrale si manifestano a una sola parte del corpo e vanno dalla perdita di sensibilità a un lato del corpo e del viso fino alla perdita della vista, visione sdoppiata, difficoltà a parlare, vertigini, vomito e perdita di coscienza. L’ictus cerebrale è la prima causa di disabilità in persone adulte e una delle più frequenti cause di morte.

Trauma vertebrale
È un danno a carico della colonna vertebrale, le cui conseguenze consistono spesso in un’invalidità permanente. Le persone colpite da simili conseguenze sono in aumento in proporzione all’incremento di incidenti sulla strada e sul lavoro. Le vittime sono prevalentemente giovani.