ambiente

Lady Gaga: ingresso glamour nell'arte contemporanea

lady-gagaSorprendente Lady Gaga. L’enfant prodige dello star system malgrado la giovanissima età (23 anni), è stata nuovamente proiettata nelle alte sfere del bel mondo americano. Questa volta, il palcoscenico è stato veramente d’eccezione.

La più recente canzone di Lady Gaga è stata infatti presentata in una cornice straordinaria, uno spettacolo ad alto tasso di arte e glamour, ideato per rimpinguare le casse del malandato Museo di Arte Contemporanea di Los Angeles.

L’evento è stato pensato dall’artista italiano Francesco Vezzoli (che vive tra Milano e Los Angeles) che ha creato per l’occasione “Ballet Russes Italian Style (The Shortest Musical You Will Never See Again)”, il musical più corto del mondo, come dice il titolo.

Vezzoli, che è un’artista quotato, non è nuovo a questi mélange di registri (dello spettacolo ha potuto dire «E’ un disco-Cremlino nel mezzo di un’autostrada. È al di là del kitsch. È letteralmente come un night club scambista per plutocrati comunisti»), come non è nuovo ai flirt artistici con i grandissimi nomi della settima arte (ai suoi video hanno collaborato, tra gli altri, Kate Blanchett e Roman Polanski)

Per la nobile causa, oltre all’artista americana, si è mosso un manipolo scelto del gotha delle belle arti. Basti dire che il cappello sfoggiato da Lady Gaga (notoriamente amante dei cappellini) è stato disegnato per l’occasione dall’architetto più famoso al mondo, Frank Gehry, e realizzato da Miuccia Prada. Accanto a questo, da notare anche il pianoforte su cui la giovane performer si è esibita. Un esemplare rosa con farfalle di cobalto inventato dall’artista inglese più pagato al mondo Damien Hirst (l’autore di un controverso cranio di platino tempestato di diamanti).

Lady Gaga ha partecipato all’evento con la naturalezza da prima donna che le è propria. Si è mossa, fin dalle prove, nel proprio ambiente naturale. Come lei stessa ha detto «È il momento della moda, il momento dello spettacolo, il momento della musica, combinato con arte e amore. Tutto questo è Gaga»

Il pubblico? Ad una serata così non poteva che presentarsi la crème della società. Ecco tra le fila il gran mondo di Los Angeles: attori, giornalisti, sportivi, politici, nonché figli di oligarchi russi (la compagna di Abramovich), ricche ereditiere (Margherita Missoni), blogger influenti (Perez Hilton).

La serata è stata, naturalmente, memorabile. Si sono raccolti all’incirca 4 milioni. Il piano di Hirst è stato venduto all’asta per 450000 dollari.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.