La primavera risveglia il desiderio a letto

La primavera risveglia il desiderio a letto

Allora? Sentite un certo formicolio ? Con la primavera ritornano certi desideri… Le giornate si allungano, le temperature si alzano, il sole si vede di più – tutto ciò ha un impatto immediato sulla nostra salute. “Con il sole e la luminosità il corpo rilascia più serotonina che ci rende complessivamente più attenti e più energici”, dice il biopsicologo Peter Walschburger. Inoltre, diminuisce la percentuale dell’ormone del sonno, la melatonina, nel corpo. Ora vogliamo dormire di meno e sfarfalleggiare di più. Solo che non ci accorgiamo subito dei cambiamenti.

Di solito la molla del grande risveglio arriva quando le gonne si accorciano e le scollature celebrano il loro ritorno annuale. Anche il proprio partner appare in una luce nuova. Quel cattivo umore dell’inverno e le lamentele sul tempo scompaiono e lasciano il posto a passeggiate improvvisate mano nella mano, a pomiciate su una panchina del parco ed a lunghe notti d’amore. Questo desiderio è talmente nuovo che lo dobbiamo re-imparare: non è poi così difficile, semplicemente basta uscire e godere. Al resto provvede Madre Natura, tutta sola.

Ma non è alla primavera che Karin/ Mrs. Robinson deve il suo risveglio sessuale : lei racconta perché vuole fare sesso solo con uomini giovani. Karin G. (51) è stata per 20 anni una moglie fedele che godeva di un sesso mediocre, ma dopo la morte del marito Bernard ( 58) la sua vita cambia. Su consiglio di un amico compra un pc e tramite internet fa delle nuove amicizie: si fa chiamare “Mrs. Robinson.

“Il mio primo incontro è stato con Roman (34): molto sexy, galante, passionale. Un vero colpo di fortuna. Ero emozionata come un’adolescente e non c’era posto per pensieri ansiosi “, racconta Karin/Mrs. Robinson. “L’abbiamo fatto in posizioni tali che non avevo idea esistessero. Il giorno dopo ero talmente indolenzita che ho capito quanto erano fuori allenamento i miei muscoli: ragione sufficiente per iscrivermi di corsa in palestra … Non ho più rivisto quel mio “Superman” ma grazie a lui sono stata di nuovo catapultata nella vita”.

“Preferisco gli uomini giovani perché sono semplici, spontanei ed hanno tanta resistenza a letto. Non amo gli uomini più vecchi di me perché vogliono sempre programmare, prendere appuntamenti ripetuti, parlare, andare al ristorante. Troppo noioso. Io non ho voglio parlare a lungo quando ho bisogno di fare sesso. Non compro certo un’intera mucca se voglio solo un bicchiere di latte!

“Ho fatto l’amore con 20 uomini in due anni e, fatta eccezione per due, erano tutti di età inferiore ai 35 anni “, dice Karin/ Mrs. Robinson . Lei attualmente si incontra con un uomo che definisce “molto dolce”, ha 35 anni ed è solo di due anni più vecchio di sua figlia Mandy (33).

“Mi piacerebbe conoscere un uomo che sia più di un’avventura”, ma per ora si gode la sua voglia di sesso: che le sia concesso! “Meglio il sesso con uomini più anziani”, dice invece Vanessa (29 anni, nome di fantasia). Labbra sensuali, fisico da modella, ricci capelli castani ed occhi azzurri. “Preferisco fare sesso con uomini più vecchi di me perché gli uomini giovani sembrano interessati principalmente alla loro soddisfazione personale. Gli uomini della mia età sono come i bambini, incerti nelle decisioni, non hanno ancora sviluppato il proprio fascino e sono insicuri a letto”. Ora lei ama un uomo di 50 anni . ” Il mio limite assoluto”, dice ridendo. E poi, con entusiasmo: “Mi ha mostrato la bellezza della vita. È così romantico, così sensuale, pieno di passione. Non ho mai fatto del sesso così fantastico “.

La primavera risveglia i sensi di tutti e certo non risparmia ne’ lesbiche, ne’ gay. Il sesso tra donne spesso non viene preso sul serio – viene considerato come la sostituzione di un uomo mancante. Anche la scienza oscilla tra il silenzio e la ricerca delle cause di un comportamento che può essere considerato al di fuori della norma sociale, ma che è ancora perfettamente normale. Lo sguardo sull’amore tra le donne è stato da tempo uno sguardo maschile e quindi contaminato dal pregiudizio.

Nel dibattito pubblico il sesso lesbico compariva in genere nella forma di modello pornografico per uomini eterosessuali, ma ciò non aveva niente a che fare con i desideri e le esigenze delle donne. Ciò significa anche che le donne con tendenze lesbiche non hanno modelli realistici che possano dare un orientamento alla loro vita. “I gay possono cercare sesso con o senza sentimenti, ma le lesbiche sono spesso associate a “sentimenti senza sesso”, ha detto la statunitense storica della cultura Camille Paglia. L’omosessualità è una variante della sessualità, non è aberrazione. Tocchi teneri o giochi lussuriosi: il sesso tra uomini può coprire l’intera gamma di esperienze sensuali.

Tuttavia, i gay ancora devono giustificare il loro desiderio verso gli altri uomini. Quando il figlio dice a sua madre che è gay, lei si pone spesso la domanda: “Che cosa ho fatto di sbagliato?” Anche il figlio stesso, molto probabilmente e più di una volta, si sarà chiesto perché è come è. La domanda della madre è legittima perché conduce al confronto tra la propria vita e quella del figlio. La domanda è comunque un interrogativo inutile perché la madre non ha fatto nulla di male ed il figlio è gay perché è così. L’omosessualità non è una malattia, non è un difetto, ne’ un’aberrazione. Si tratta di una variante della sessualità. Come ci sono persone che hanno occhi azzurri o verdi o preferiscono mangiare pesce piuttosto che carne, così ce ne sono altre che vogliono fare l’amore con il proprio o con l’altro sesso. Perché ciò accade è davvero poco importante.

Potrebbero interessarti anche...