Categorie
ambiente

I genitori migliori? Sono le coppie di lesbiche

Altro che poco adatte a crescere i figli: le coppie lesbiche sarebbero, in realtà, i genitori migliori, secondo uno studio dell’Università della California – San Francisco, cominciato nel 1986.

La ricerca si basa su un campione di 78 ragazzi, tutti nati da coppie lesbiche attraverso l’inseminazione artificiale con seme di donatore esterno, intervistati all’età di 17 anni.

Gli adolescenti hanno dimostrato non solo di avere migliori risultati a livello scolastico, ma anche di cavarsela meglio nei rapporti sociali e di essere più obbedienti e meno aggressivi dei ragazzi nati da genitori etero presi in esame.

Lo studio, secondo la ricercatrice Nanette Gartrell della Ucsf, dovrebbe sfatare i pregiudizi legati alle adozioni da parte di coppie omosessuali, vietate in alcuni Stati americani, così come in Italia.

Un’opinione condivisa anche dal sociologo Stephen Russell dell’Università dell’Arizona. «La ricerca conferma quello che molti psicologi dello sviluppo già sospettavano e cioè che i bambini con genitori omosessuali crescano in maniera altrettanto equilibrata di quelli nati in famiglie etero» spiega Russell.

«Questa è una grande tragedia per il nostro Paese – continua il sociologo – Ci sono moltissimi bambini orfani che rimangono senza genitori perché le coppie gay che lo desiderano non possono comunque adottarli».

Il fenomeno, in effetti, avrebbe dimensioni considerevoli secondo Evan B. Donaldson dell’Adoption Institute di New York. Oltre 100 mila bambini negli Stati Uniti sarebbero in attesa di adozione e solo il 4 per cento dei 65 mila che già hanno trovato una famiglia, sarebbero stati affidati alle cure di genitori dello stesso sesso, nonostante l’elevato numero di domande provenienti da coppie gay e lesbiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.