Categorie
ambiente

I cani per ciechi potranno entrare in ospedale

Il Sottosegretario Francesca Martini, condividendo le motivazioni dell’Associazione italiana difesa animale e ambiente, ha dichiarato che la richiesta «mi trova pienamente d’accordo: si tratta di garantire l’equità, sancita dalla nostra Costituzione, a tutti i cittadini»

cane-guidaIn merito all’appello rivolto dall’Aidaa (Associazione italiana difesa animale e ambiente) al Sottosegretario alla Salute Francesca Martini affinché, attraverso una apposita ordinanza, venga consentito l’ingresso dei cani guida per non vedenti nei reparti di degenza delle strutture ospedaliere, il Sottosegretario, condividendo le motivazioni dell’Associazione, ha dichiarato che la richiesta «mi trova pienamente d’accordo. Si tratta di garantire l’equità, sancita dalla nostra Costituzione, a tutti i cittadini».

«Mi farò quindi interprete nelle sedi più opportune – spiega il sottosegretario – affinché le persone non vedenti possano essere libere, come ogni altra persona, di visitare congiunti ed amici nelle strutture sanitarie e assistenziali del nostro Paese e con i miei uffici esaminerò la possibilità di emanare provvedimenti idonei per dare soluzione a questa che, se non risolta, costituisce una vera e propria discriminazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.