Herpes labiale: prevenire e curare le vescicole su labbra, guance e palato

Herpes labiale: prevenire e curare le vescicole su labbra, guance e palato

Herpes labiale prevenire e curare le vescicole su labbra, guance e palatoSi manifestano sempre nei momenti meno opportuni. Prima di un appuntamento importante, di una cerimonia, di una gara sportiva. Stiamo parlando dell’herpes, vescicole piene di liquido, dolorose e antiestetiche, che compaiono sulle labbra, guance o palato torturandoci. L’herpes labiale si manifesta inizialmente con un leggero pizzicore e un senso di calore un punto arrossato, poi diventa vescicola, poi crosticine giallastre che scompaiono in 7/8 giorni anche senza essere trattate.

Il responsabile è l’Herpes Simplex, un parassita che vive nei gangli nervosi dorsali, dove non può essere attaccato dagli anticorpi, e risali verso le labbra approfittando dei momenti di debolezza psicofisica del suo ospite. Terminata la sua moltiplicazione si ripara di nuovo nei gangli dove resta fino alla prossima occasione.

Le cinque cosa da fare per prevenire l’herpes labiale

Per fermare il virus non bisogna perdere tempo. Se si agisce entro le prime ore dalla comparsa dei sintomi si può avere la meglio.

1. Conoscere il nemico e le situazioni che lo scatenano (stress, febbre, ciclo mestruale, un’intensa esposizione ai raggi UV, piccole ferite sulle labbra, eccessi di alcol, caffeina, carboidrati raffinati, zucchero).
2. Imparare a riconoscere i primi sintomi che segnalano l’imminente comparsa dell’herpes labiale, di solito entro 6/12 ore, per agire subito con farmaci in grado di contenerne la proliferazione: rossore, pizzicore, prurito, bruciore.
3. Applicare una pomata a base di Aciclovir; se invece le vescicole sono già comparse un medicinale con Penciclovir, aiuterà a ridurre entità e durata della lesione.
4. Per accelerare la cicatrizzazione delle crosticine giallastre, si può applicare localmente una crema a base di sucralfato micronizzato o di acido ialuronico.
5. Chi soffre periodicamente di herpes labiale, dovrebbe proteggere le labbra con un filtro solare alto quando si espone al sole intenso, soprattutto sulla neve o nel caso si facciano lettini abbronzanti. Anche a tavola ci si può aiutare. Come? Per esempio, privilegiando un’alimentazione sana ed equilibrata ricca di vegetali crudi, yogurt e alimenti acidi. Così si rinforzano le difese immunitarie e si tengono lontane le recidive.

Le cinque cose da evitare quando l’herpes labiale guarisce
1. La prima regola è quella di non toccare le vescicole e poi il viso, soprattutto gli occhi: il rischio che si corre è quello di diffondere l’infezione ad altre zone del corpo. Prestate particolare attenzione agli occhi perché l’herpes è davvero dolorosissimo.
2. I rimedi fai-da-te, come l’applicazione di dentifricio, etere, aglio: sono inutili e possono favorire altre infezioni.
3. Truccare le labbra e utilizzare gli stick labiali (rossetto, burro di cacao, ecc.) in comunità: possono essere fonte di contagio e diffusione del virus.
4. Baciare labbra e pelle di altre persone: fino a quando le vescicole non sono scomparse trasformandosi in crosticine, sono molto contagiose.
5. Assumere alimenti troppo caldi o troppo freddi: danno sensazioni molto fastidiose nelle zone dove c’è la lesione.

Prevenire le recidive
Dall’herpes labiale non si può guarire, ma si possono adottare strategie difensive per contenerne gli effetti negativi e ridurre al minimo i disagi. Quando si superano le 6-8 manifestazioni nell’arco dei dodici mesi, si può tentare di contenere l’insorgenza delle vescicole assumendo quotidianamente vitamina C, soprattutto nei periodi di malessere o forte di stress, mantenendo l’organismo depurato, riposando il necessario, evitando di esporsi al sole subito prima del ciclo mestruale e rispettando alcune semplici regole.

Potrebbero interessarti anche...