Elena Aiello, sarà la prima Beata calabrese del novecento

La riunione ordinaria dei Padri Cardinali e Vescovi, riunitasi presso la Congregazione delle Cause dei Santi, ha espresso parere positivo sul miracolo, avvenuto nel 2002, attribuito all’intercessione della venerabile Elena Aiello, fondatrice delle suore Minime della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo.

Del miracolo beneficiò, guarendo completamente, una ragazza di Marano Principato, che in un incidente stradale aveva riportato danni irreversibili a diversi organi vitali. Il “processo sul miracolo” si tenne a Cosenza nel 2005, dopodichè venne esaminato presso la Congregazione delle Cause dei Santi dalla Commissione medica nel 2007 e dal Congresso dei teologi nel 2008 e nel 2010.

Ora si aspetta la conferma finale da parte del Papa, Benedetto XVI, che autorizzi il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, a firmare il Decreto che stabilirà la beatificazione. Poi la Segreteria di Stato di concerto con la Postulazione della Causa, stabilirà la data per la celebrazione della Beatificazione che si svolgerà a Cosenza.

Sarà la prima beatificazione che si celebreraà in Calabria e la prima donna calabrese dell’epoca moderna ad essere beatificata. Elena Aiello fu proclamata venerabile nel gennaio del 1991. Era morta a Rome trent’anni prima, il 19 giugno 1961, all’età di 66 anni; era nata a Montalto Uffugo, provincia di Cosenza, nel 1896.

L’Arcivescovo della diocesi di Cosenza-Bisignano, Monsignor Salvatore Nunnari, ha espresso la sua personale gioia e la trepidante attesa ”della Chiesa cosentina che vedrà una sua figlia elevata all’onore degli altari, lei che ha saputo mostrare la fecondita’ della sofferenza e il senso pieno della Croce abbracciata per amore. Il suo carisma che prosegue grazie alle Minime della Passione è quantomai attuale in un mondo che rifiuta o scappa dalla sofferenza facendosi abbagliare da effimere e passeggere gioie”.

La Superiora Generale, suor Maria Paola Pennisi, ha voluto esprimere la gioia di tutta la Congregazione ”assicurando che quest’ultimo fase di attesa della firma del Decreto e la fase preparatoria saranno accompagnate dalla preghiera di tutte le suore”.

La madre generale ha avuto modo di testimoniare anche l’ampia attesa dei devoti di suor Elena Aiello che ”insieme con noi attendono questa bella notizia, questo momento di grazia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.