Categorie
ambiente

Donne sul lavoro: fredde e calcolatrici, peggio degli uomini

Il gentil sesso si avvicina sempre di più al sesso forte, sul posto di lavoro le donne sono sempre più dure: secondo una ricerca di Cofimp sensibilità e cordialità femminile sono drasticamente calate negli ultimi dieci anni

donna managerAddio al vecchio mito di donna sensibile e docile, sul lavoro le donne sono sempre più agguerrite. «Fredde e calcolatrici», così le definisce una recente ricerca di Cofimp, Società di alta formazione e consulenza di Unindustria Bologna, che ha studiato i comportamenti delle due metà del cielo negli ultimi otto anni.

Il risultato? Il gentil sesso vuole assomigliare sempre di più agli uomini, perdendo disponibilità e soprattutto cordialità, specialmente in ufficio.

«Per quanto riguarda il lavoro – sottolineano Maurizio Sarmenghi e Federico Bencivelli, coordinatori della ricerca – negli ultimi dieci anni si è assistito a un sostanziale “allineamento” tra uomini e donne; queste ultime assomigliano sempre più agli uomini e viceversa».

Utilizzando un apposito test messo a punto da RH Comportment Parigi, su un campione di 660 uomini e 540 donne, gli esperti hanno calcolato l’intelligenza emozionale di maschi e femmine basandosi su cinque parametri: empatia; maturità emozionale, sensibilità, cordialità ed esteriorizzazione dei sentimenti.

«Stiamo assistendo a un appiattimento verso il basso, sia per le donne che per gli uomini. Il risultato sono relazioni peggiori sul lavoro, persone chiuse in se stesse, appesantite da fatica e senso di isolamento, autoriferite, e soprattutto senza una vera progettualità professionale e personale», spiegano Sarmenghi e Bencivelli.

Negli ultimi anni mentre gli uomini si sono addolciti, le donne si sono inasprite: la sensibilità delle prime è passata da un punteggio di 7 a 1,3, contro quella dei secondi che è aumentata da -0,1 a 5,7.

«È come se le due metà del cielo, avessero perduto le rispettive caratteristiche peculiari con il risultato di mandare in scena comportamenti uniformi» concludono Sarmenghi e Bencivelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.