Coppie che dormono in camere separate: aumenta il loro numero (saranno il 60% nel 2015) perché cresce il buon umore. Lo sostiene una

Coppie che dormono in camere separate: aumenta il loro numero (saranno il 60% nel 2015) perché cresce il buon umore. Lo sostiene una

Una ricerca condotta negli Usa dalla National Sleep Foundation ha rivelato che il 23% delle coppie sposate dorme in stanze separate, e che nel 2015 questa percentuale salirà al 60%.
Sembra ormai accertato che non dormire nella stessa stanza fa aumentare il buon umore, la relazione di coppia ed il rendimento lavorativo.
Ma attenzione a traslocare in un’altra camera: anche stare troppo lontani può far male alla coppia; pertanto, come consigliano gli psicoterapeutici, se scegliete di dormire separati cercate di trovare dei momenti di “condivisione” utili a rinsaldare il rapporto e buon riposo a tutti…

Potrebbero interessarti anche...