Categorie
ambiente

La scoperta di migliaia di monete rivela che un imperatore romano era britannico

Due denari d'argento dell'imperatore Carausius

Un cacciatore di tesori ha trovato nell’Inghilterra sud-occidentale 52.500 monete romane, una delle più importanti scoperte del genere in Gran Bretagna, a quanto riferisce The Huffington Post.

Il bottino, che è gia stato valutato a 3,3 milioni di sterline (quasi quattro milioni di euro), include centinaia di monete recanti l’immagine di Marcus Aurelius Carausius, che conquistò il potere in Gran Bretagna e nella Francia settentrionale alla fine del terzo secolo proclamandosi imperatore.

A trovare la fantastica raccolta di monete, tutte contenute in un’urna di ferro profonda 30 cm., e stato Dave Crisp servendosi di un metal detector, secondo quanto hanno reso noto il Somerset County Council e il Portable Antiquities Scheme. Urna e monete pesano complessivamente 160 kg.

Crisp ha dichiarato che mentre stava esplorando il terreno ha avvertito ”uno strano segnale” dal suo metal detector ed ha cominciato a scavare. Poco dopo ha infilato la mano nel buco ed ha estratto una piccola moneta romana di bronzo, molto, molto piccola, come un’unghia. Ha continuato a scavare estraendo circa 20 monete prima di scoprire che erano tutte contenute nell’urna. ”A quel punto”, ha detto, ”mi sono reso conto che avevo bisogno di esperti”.

”In virtù del fatto che il signor Crisp ha resistito alla tentazione di scavare e prendersi l’urna con tutte le monete, egli ha consentito agli archeologi del Somerset County Council di estrarre con tutte le precauzioni l’urna e il suo contenuto, preservando così importanti informazioni sulle circostanze in cui furono sotterrate e sul perchè sono rimaste indisturbate nello stesso posto così a lungo” ha dichiarato Anna Booth, del Somerset Council.

Il Coroner del Somerset, Tony Williams, ha avviato una inchiesta formale per accertare ufficialmente se il ritrovamento è soggetto al Treasure Act, un passo necessario prima di decidere il prezzo a cui si venderebbe il ritrovamento a chi volesse acquistarlo.

L’urna e le monete riveleranno più di quanto non si sappia sulla storia della Britannia nel terzo secolo, ha dichiarato Roger Bland, del British Museum. L’urna contiene oltre 760 monete coniate durante il regno di Carausius, l’ufficiale di marina che conquistò il potere nel 286 e assunse il titolo di imperatore fino a quando fu assassinato nel 293.

”La fine del terzo secolo D.c. è stato un periodo in cui la Britannia è stata ripetutamente invasa dai barbari, ha avuto gravi crisi economiche ed è stata dilaniata da guerre civili”, ha detto Bland.

”Il dominio romano fu finalmente imposto quando gli imperatori Diocleziano e Massimiano formarono una alleanza che durò 20 anni, durante i quali sconfissero il regime separatista che era stato istituito nella Britannia da Carausius.”. Una scoperta molto importante, ha aggiunto Bland, perchè gli scolari di tutto il Paese hanno studiato la Britannia Romana per decenni, senza che nessuno gli parlasse mai di Carausius, il nostro impertatore britannico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.