Bere per dimenticare? Falso, il dolore resiste

Bere per dimenticare? Falso, il dolore resiste

Il detto “Bere per dimenticare” non avrebbe alcun fondamento scientifico anzi, stando, alle conclusioni di un team di ricercatori inglesi, bere rende il dolore di un dispiacere ancora più pesante da sopportare.

Dagli esperimenti è emerso che la memoria viene cancellata solo quando si bevono 6-7 drink. Quando, invece, ci si ferma a 3-4 bicchieri (cosa che fa la maggior parte delle persone che intende affogare i dispiaceri nell’alcol) la memoria viene solo ‘ingannata’, eliminando il contesto del ‘dispiacere’, ma lasciando vivo il trauma subito, che successivamente si ripercuote a livello psichico con maggiore intensità, sottoforma di flashback.

Con ciò i ricercatori affermano che bere costantemente per ‘dimenticare’ non serve a nulla. “In pratica, bevendo”, dicono gli esperti, “il ricordo viene trasformato, ma non eliminato. Si vivono numerosi flashback scordandosi, però, dei ‘contorni’ della vicenda, che spesso aiutano a rendere più accettabile il dramma”.

Potrebbero interessarti anche...