Categorie
ambiente

Beech il fiore della tolleranza

….dalla saccenteria alla comprensione..

Da che cosa posso capire che mi trovo nello stato negativo Beech?

Da pensieri come:..trovo sempre il pelo nell’uovo….ma come è possibile che…

Da emozioni come:….sentirsi esasperati perché interiormente lontani dagli altri..

Da sensazioni come:…notare subito quello che non va….reagire in modo critico..

Da uno stato energetico di:…distacco emotivo…angustia.

Nome italiano: FAGGIO

Nome botanico: FAGUS SYLVATICA

Colui che ha bisogno di assumere BEECH soffre di spiccata arroganza, ha ipercriticismo, intolleranza, volontà forte, vede gli errori altrui,  ha altissimi ideali, è perfezionista, pregiudizio, durezza d’animo, chiede molto a se stesso e lo pretende dagli altri.

E’ spesso stitico.

Sviluppo positivo

Accettazione della diversità, riconoscimento dei propri e altrui limiti, lucidità spirituale, tolleranza, buon senso critico, rispetto per ogni persona.

LA COMPASSIONE CI PORTA A PROVARE GLI STESSI SENTIMENTI E AD ESSERE TOLLERANTI VERSO LA BELLEZZA DI ESSERE DIVERSI E UNICI

Le parole di BACH per descrivere il rimedio:

“Per quelli che provano il bisogno di vedere più bontà e bellezza in tutto ciò che li circonda e, benché molte cose appaiono sbagliate, sanno discernere quanto c’è di buono.”

Aforismi per la fioritura dell’anima:

Non voglio che la gente sia troppo simpatica:

questo mi risparmia il disturbo di volerle molto bene.

(Freak Antoni)

Nulla è più raro al mondo

Che una persona sopportabile.

(Leonardo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.