Categorie
agenzie

Polizia: Vecchioni apre concerto legalità con 2800 studenti

ROMA – Roberto Vecchioni, ad aprire l’evento poi sul palco anche gli Oblivion, i Moda’, gli Zero Assoluto: c’e’ la canzone d’autore e i gruppi che gli adolescenti ascoltano e seguono in tv; i personaggi del cinema e del piccolo schermo che prendono a modello, come Raul Bova e Maria De Filippi, accolti con gran tripudio, per il concerto-spettacolo della Polizia di Stato ”uniti nei valori”. ”Una serata cosi’ costerebbe un botto – sentenzia scherzando Fiorello dal palco – ma per la Polizia si fa questo ed altro”. Lo spettacolo, alla sesta edizione, e’ un momento di comunanza che ha portato a Roma 2.800 ragazzi delle scuole medie e superiori da 26 citta’. Tra di loro anche 25 studenti di Scampia, scelti per rappresentare Napoli. ”Un appuntamento, ormai tradizionale”, come ha sottolineato il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, che ha assistito assieme agli studenti, ”per affrontare assieme ai ragazzi il tema della legalita’. Comincia da loro il rispetto della legge”. Infatti il concerto, oltre ad essere un momento di condivisione, invita i ragazzi a ”discutere” in musica di rispetto, solidarieta’, amicizia. Questi i temi con i quali i ragazzi si sono cimentati, e che hanno tradotto in parole e musica, in 35 brani, per il concorso bandito dalla Polizia e abbinato al concerto; e il gruppo vincitore, dal liceo ”Leon Battista Alberti” di Marina di Minturno, si e’ esibito con il proprio rap ”Non baciamo le mani”. Il piu’ applaudito al Gran Teatro e’ il comico siciliano che nel suo lungo show ha cantato l’inno d’Italia in rap, dedicandolo a Mameli, dato ”consigli” al ministro Maroni sui rapporti con la Francia, da tenere a suon di ”capocciate”, fatto battute sui tagli alla cultura. Acclamata Maria De Filippi, arrivata nel finale, e anche la vecchia guardia della tv, Pippo Baudo e Lino Banfi. ”I ragazzi – ha detto il capo della Polizia, Antonio Manganelli – sono arrivati a Roma sui nostri pullman per condividere un momento che rappresenta il nostro slogan: ‘C’e’ piu’ sicurezza insieme’. E’ un gioco di squadra in cui i giovani hanno un ruolo importante”. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.