agenzie

Energia eolica: in Italia costa il doppio che in Europa

MILANO – Italia batte Germania 113 a 65, ma non e' un bel risultato: sono gli euro di costo medio di un impianto a energia eolica per megawatt/ora, con le pale 'made in Italy' sono di gran lunga le piu' care di tutta Europa. Con una media continentale di 79 euro, la Danimarca e' il Paese dove produrre l'energia dal vento costa meno (54 euro), ma fanno molto meglio Francia (64), la Spagna (68) e anche nazioni economicamente meno evolute come la Romania (75 euro). Poi in Italia il ricavo dall'eolico e' di nuovo il piu' elevato d'Europa (123 euro contro una media europea di 90 euro) soprattutto per l'elevato prezzo dell'energia elettrica: questo permette alle imprese del settore di avere un ritorno dagli investimenti effettuati, ma non fa certo contento il resto del mondo produttivo, che deve pagare bollette sempre molto piu' salate dei concorrenti europei. Il quadro e' tracciato dal rapporto Irex (Italian renewables index) del 2011 consultato dall'Ansa, una ricerca nata per analizzare il settore, destinata alle aziende quotate in Borsa e a quelle del comparto che scelgono le nazioni dove progettare nuovi impianti. ''Il boom dei costi italiani per l'eolico dipende da molti fattori: orografia complessa, vento meno costante, ma anche minori incentivi, prezzi delle tecnologie superiori, prestiti bancari piu' cari, tempi di autorizzazione incerti e Comuni che impongono 'opere compensative' assai onerose'', spiega Alessandro Marangoni, amministratore delegato di Althesys, la societa' di consulenza che ha stilato la ricerca, e docente di Economia e gestione dei servizi ambientali all'Universita' Bocconi di Milano. ''Nei primi anni dell'eolico i Comuni nei quali si dovevano mettere gli impianti – aggiunge Marangoni – hanno varato canoni di concessione sconosciuti all'estero, poi esclusi per legge. Quindi ora chiedono scuole o strade nuove. E le ottengono''. Un problema ben conosciuto anche dalle Ferrovie dello Stato nella costruzione delle linee ad alta velocita', con le opere compensative ai Comuni che hanno contribuito non poco a innalzare i costi finali delle opere. Ma anche nel solare non va benissimo. Secondo il rapporto Irex un progetto fotovoltaico in Italia costa una media di 324 euro nelle regioni settentrionali (considerando gli impianti sui tetti, per i quali tra l'altro gli incentivi sono maggiori) e di 245 euro al Sud. La media europea, che comprende molte nazioni nordiche chiaramente meno fortunate per la luce solare, e' di 270 euro. In Spagna, potenzialmente il maggior concorrente del solare 'made in Italy', il costo medio e' di 210 euro per impianti nel Nord del Paese, di 178 euro nelle regioni meridionali. .

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.