Categorie
agenzie

Corona assolto dall'accusa di diffamazione avanzata da Simona Ventura

MILANO – A decidere per l'assoluzione del 'fotografo dei vip', con numerose condanne alle spalle, tra cui quella per i presunti foto-ricatti ai vip, e' stato il giudice monocratico Anna Calabi, mentre il pm aveva chiesto la condanna per Corona. Simona Ventura, che aveva gia' avuto dei dissapori in passato con Corona, aveva querelato l'agente fotografico e dalla querela era scaturito il processo. Il 26 agosto scorso, infatti, venne pubblicata su 'Chi' una ''lettera aperta'' del 'fotografo dei vip' indirizzata alla conduttrice tv, ''due settimane dopo – come precisava il settimanale – la lite con la Ventura a Porto Cervo'', di cui si erano occupate alcune riviste di gossip. Nella lettera Corona scriveva: ''Quanti pranzi e quante cene abbiamo condiviso in dodici anni di frequentazione che entrambi abbiamo avuto con Lele Mora? Potrei scrivere un libro sulla 'Simona segreta' e tu lo sai bene, molto bene. E anche Lele potrebbe farlo''. Il legale della Ventura (parte civile nel processo), l' avvocato Davide Steccanella, ha commentato cosi' l'assoluzione: ''Rispettiamo la decisione e ci riserviamo solo all'esito della lettura della motivazione di presentare eventuale appello. Quello che conta – ha aggiunto – e' che il processo e' servito a fare definitiva chiarezza su Simona Ventura visto che Fabrizio Corona ha pubblicamente dichiarato in dibattimento che in realta' non esisteva nessun 'segreto' da raccontare''. Corona, infatti, e' stato interrogato nel processo e ha chiarito: ''Volevo dire che potrei raccontare un lato del suo carattere che non si conosce pubblicamente, ma non mi riferivo di certo a materiale fotografico o video''. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.