agenzie

Ambra Angiolini in “Notizie degli scavi”. “Mi fa male rivedere la mia sofferenza”

ROMA 18 APR ''La faccia del – ROMA, 18 APR – ''La faccia del mio personaggio racconta molto del mio vissuto, anche nella sofferenza, che adesso fa meno male. A rivederla sul grande schermo ho fatto un po' fatica ma e' stato terapeutico, questo film lo amo tantissimo''. Lo dice Ambra Angiolini, accennando un sorriso, a proposito di Notizie degli scavi di Emidio Greco, tratto dal racconto omonimo di Franco Lucentini, di cui e' protagonista con Giuseppe Battiston, in uscita il 29 aprile in 30 copie distribuita da Movimento film. La Angiolini, al terzo film nelle sale in questa stagione, dopo Immaturi e Tutti al mare e' a una delle prime uscite pubbliche dopo il risalto sui giornali di gossip alle sue foto con Piergiorgio Bellocchio, cointerprete in palcoscenico de I Pugni in tasca. Il privato pero', nell'incontro, non viene quasi toccato: ''Andro' presto in vacanza, voglio godermi il mio compagno (Francesco Renga), e i miei figli. Il matrimonio? ''E' un'urgenza di altri, non nostra, ci stiamo godendo la vita''. Il film, presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia, racconta il legame profondo che nasce fra 'Il professore' (Battiston), quarantenne goffo e distratto, che vive in una casa d'appuntamenti e La Marchesa (Ambra Angiolini), una prostituta che ha tentato di uccidersi dopo una delusione d'amore. Rispetto a un personaggio come Roberta in Saturno contro di Ozpetek 'che cercava di sfuggire il dolore attraverso la droga, La Marchesa ci vive dentro – dice l'attrice, che ha raccontato recentemente di aver sofferto a settembre di un crollo psicofisico -. Mi si attribuisce una forza che non ho, io sono fragilissima, ma ho la forza di recuperare''. Pero' sottolineano Ambra e Giuseppe Battiston, '''questo non e' un film drammatico. Ci sono momenti anche molto divertenti, e' un'opportunita' per pensare ma anche per evadere''. Notizie degli scavi ''e' il mio ultimo film ma anche la mia opera prima – spiega Emidio Greco -. Ho letto il libro di Lucentini (ristampato per l'uscita del film) nel 1964 e ho scritto subito la sceneggiatura, che ho usato come saggio per entrare al Centro sperimentale. Il film l'ho fatto 47 anni dopo''. Se l'avesse realizzato prima, aggiunge ''non avrei mai potuto immaginare di avere Ambra e Battiston. Io li trovo magnifici, ci siamo innamorati subito''. Per il regista, la storia, ambientata al giorno d'oggi e' piu' attuale che mai: ''come il professore, sempre di piu' vorremmo mettere uno schermo protettivo tra noi e la realta'''. Battiston, che dal 6 maggio sara' nelle sale anche con Senza arte ne' parte di Giovanni Albanese, spiega che con Ambra ''c'e' stata una sintonia istintiva ed immediata. In lei c'e' una grande generosita'''. Stima ricambiata dall'attrice, a giugno sul set della nuova commedia di Ficarra e Picone, del quale interpreta la moglie: 'Giuseppe era una persona con cui desideravo lavorare. Quando l'ho conosciuto avevo paura di una delusione, come a volte succede, invece e' stata una grande conferma''. Per Notizie degli scavi ci saranno anche due anteprime sul web, il 28 aprile sul sito di mymovies, e il 29 alle 21, per i primi 250 internauti connessi, con il sito della Movimento Film.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.