“Stasera Casa Mika” su Rai2: ospiti prima puntata

Pubblicato il 15 novembre 2016 09.00 | Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2016 09.00

Tags:

 
"Stasera Casa Mika" su Rai2: ecco gli ospiti prima puntata

R OMA – Mika arriva in tv a partire da questa sera alle 21.10 su Rai2 con “Stasera Casa Mika“, la prima di quattro serate evento scritte da Mika, Ivan Cotroneo, Tiziana Martinengo e Giulio Mazzoleni, per la regia di Fabio Calvi. Nella prima puntata, Mika accoglierà nel suo show grandi nomi dello spettacolo, come il maestro dell’improvvisazione televisiva Renzo Arbore e gli attori Marco Giallini, Gianmarco Tognazzi e Francesco Montanari. Entreranno in Casa Mika anche grandi protagonisti della scena musicale nazionale e internazionale, accompagnati dalla resident band di 16 elementi diretta da Valeriano Chiaravalle: questa settimana saranno con Mika la rockstar mondiale Sting, LP, Malika Ayane, Francesco Renga e Benji & Fede.

“Stasera Casa Mika” è un varietà che recupera le atmosfere dei grandi spettacoli della tv del passato, un one man show ricco di ospiti, musica e coreografie, una festa speciale in un luogo insolito per uno spettacolo di prima serata: la sua casa. Mika trascorrerà la serata con la sua coinquilina speciale, Sarah Felberbaum, e tanti amici ospitati tra il salotto, la cucina, fino al gran finale nel lettone. Un’atmosfera da grande varietà, in un ambiente surreale e colorato, un luogo dove tutto è possibile, con un’ ospite a sorpresa, la “vicina di casa” Virginia Raffaele.

“Il mio show sarà un programma molto intimo -aveva detto Mika a ottobre –  ho voluto aprire la mia casa e far conoscere il mio mondo e condividere il mio punto di vista con l’Italia. Mi sono messo alla prova, facendo viaggi in giro per tutto lo stivale, portando con me le cose che mi piacciono e mi incuriosiscono” e aggiunge “nel mio viaggio ho trovato un Paese pieno di diversità e contraddizioni. Le persone che lo abitano hanno accenti, esigenze, culture differenti: tutto ciò è una grande ricchezza. Essendo io stesso pieno di contraddizioni, mi sento un po’ come se fossi a casa”.