Simona Ventura riparte da Selfie: “Ringrazio Maria De Filippi”

Pubblicato il 18 novembre 2016 09.00 | Ultimo aggiornamento: 18 novembre 2016 09.00

Tags:

 
Simona Ventura riparte da Selfie: "Ringrazio Maria De Filippi"

M ILANO – “Non pensavo di vivere emozioni così forti: questo programma è una sorta di seduta collettiva che sta cambiando ognuno di noi”. Con la grinta e l’entusiasmo di sempre, Simona Ventura si rimette ancora una volta in gioco: da lunedì 21/11 sarà in prima serata su Canale 5 alla guida di ‘Selfie – Le cose cambiano’, il nuovo programma coprodotto da Fascino e Pesci combattenti che darà l’opportunità a persone di ogni età di affrontare e risolvere le proprie debolezze.

“E’ la prima volta che lavoro con le persone ‘comuni’ ed è una grande soddisfazione: fai del bene a chi lo merita. Dopo trent’anni di carriera non avrei potuto desiderare niente di meglio”, sottolinea. Nato per Italia 1, “e con un budget da Italia 1”, il programma è stato poi destinato al prime time di Canale 5. Ma Simona parte con il “low profile. Preferirei piuttosto che Selfie diventasse un cult, che il pubblico cominciasse a guardarlo, a parlarne. Ringrazio Mediaset e Maria De Filippi per il coraggio di insistere su questa start up”.

Simona è uno dei personaggi più noti della televisione italiana. E’ stata sposata con Stefano Bettarini, ex concorrente della Casa del Grande Fratello Vip. La coppia ha avuto anche due figli: Nicolò Bettarini, Giacomo Bettarini. Dopo la separazione dall’ex calciatore, Simona Ventura ha iniziato una relazione con Gerò Carraro, figlio del produttore cinematografico Nicola, marito di Mara Venier. Quella dei Carraro è una famiglia nota nell’ambito dell’imprenditoria e che da anni si occupa di editoria e produzioni cinematografiche. Donna Adonella Colonna, mamma di Gian Gerolamo, invece è legata ai principi di Paliano, dunque il compagno di Simona ha nelle vene del vero sangue blu.

“Con lui (Gerò) ho incontrato il grande amore della mia vita a 45 anni”, ha raccontato la conduttrice, “Mi ha completata, ma nei nostri progetti non c’è il matrimonio”.