Don Matteo campione di ascolti: batte anche Il Segreto

Pubblicato il 15 aprile 2016 12.40 | Ultimo aggiornamento: 15 aprile 2016 12.40

Tags: ,

 
Don Matteo campione di ascolti: batte anche Il Segreto

Don Matteo campione di ascolti: batte anche Il Segreto. Don Matteo saluta e chiude la decima, e forse ultima stagione, con i soliti numeri da brividi. La serie di Rai1 con protagonista Terence Hill si congeda con 7 milioni 369 mila spettatori e share del 27.92% nel primo episodio e 6 milioni 954 mila spettatori e il 31.97% di share nel secondo. Su Canale 5, la soap Il Segreto è stata invece scelta da 3 milioni 681 mila spettatori con il 15.49%. Nell’access prime time, Affari Tuoi su Rai1 ha registrato 5 milioni 101 mila con il 20.64%, mentre Striscia La Notizia su Canale 5 ha segnato 4 milioni 561 mila spettatori e il 18.20%. Il prime time è andato a Rai1 con 6 milioni 214 mila spettatori e il 24.38% di share, contro i 4 milioni 158 mila spettatori e il 16.32% di Canale5.

A livello generale le reti Rai sono avanti nella prima serata con 10 milioni 224 mila spettatori e il 40.12% di share contro gli 8 milioni 632 mila spettatori e il 33.87% di Mediaset, nella seconda serata con 4 milioni 567 mila spettatori e il 37.69% di share (3 milioni 897 mila spettatori e il 32.16% per Mediaset) e nelle 24 ore con 3 milioni 669 mila spettatori e il 38.54% di share contro i 3 milioni 209 mila spettatori con il 33.72% delle reti di Cologno Monzese. Nella sfida tra i tg prevale il Tg1 con 4 milioni 866 mila spettatori pari al 23.32% di share; segue il Tg5 con 4 milioni 221 mila (19.92%) e quindi il TgLa7 con 1 milione 216 mila (5.79%). La programmazione televisiva di ieri prevedeva poi su Italia 1 Le Iene show, che ha avuto 1 milione 798 mila spettatori con l’8.64%, su Rai2 il talk di Nicola Porro Virus ha avuto 892 mila spettatori con il 3.89%. Su Rai3 “L’erba dei vicini” ha realizzato 692 mila spettatori e il 2.78% di share. Su La7 Eccezionale Veramente si è fermato a 623 mila spettatori con il 2.87%.

Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction ha espresso la sua soddisfazione.

“Don Matteo – sottolinea Andreatta in una nota – non è consolatorio, ma aspirazionale. Incarna valori pienamente inseriti nella società di oggi, e riconosciuti da tutte le fasce di pubblico. Quando una serie raccoglie il 31% dei ragazzi tra 8 e 14 anni, con lo stesso risultato sia tra i maschi che tra le femmine, quando il 28% degli abbonati alla pay-tv si ritrovano su un solo canale, vuol dire che la modernità è un elemento essenziale di Don Matteo 10”. “Terence Hill, con il suo carisma e la sua bravura, è la chiave di successo della serie, ma anche il resto del cast, a partire da Nino Frassica e Simone Montedoro a tutti gli altri, è sempre più importante per raccontare storie credibili e coinvolgenti. Un grazie particolare – conclude Andreatta – va agli autori, ai registi e alla produzione Lux Vide per la qualità del racconto e per la ricchezza della messa in scena”.