Bocelli & Zanetti night, parata star: da Ronaldo a Il Volo

Pubblicato il 25 maggio 2016 09.32 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2016 09.32

Tags:

 
Bocelli & Zanetti night, parata star: da Ronaldo a Il Volo

Andrea Bocelli e Javier Zanetti insieme per fare del bene ai bambini nell’evento Bocelli-Zanetti night. “Quest’evento nasce dalla volontà di fare del bene e dal bagaglio etico che accomuna Javier e me, stiamo lavorando da mesi con le donne che ci sono accanto, le nostre mogli e tutto lo staff delle nostre due Fondazioni, per costruire insieme una serata magica, di eccezionale visibilità mediatica, che unisca idealmente la musica e lo sport, la lirica ed il calcio, per aiutare i bambini meno fortunati”. Bocelli racconta così all’ANSA il progetto “Educare per un mondo migliore”, che porta avanti con il calciatore argentino. Una serata-evento con sfondo benefico che ha la finalità di portare all’istruzione i bambini dell’America Centro Meriodinale, che si svolgerà questa sera nell’area Expo di Milano.

Al progetto – è stato spiegato – si potrà contribuire tramite il numero solidale 45592, attivo fino al 30 maggio, con il quale si può donare: 1 euro con sms da cellulare TIM, vodafone, Tre, Wind, Posta Mobile, Coop Voce, Tiscali; 2 euro chiamando da rete fissa Vodafone e Twt; 2 o 5 euro chiamando da rete fissa Tim, Infostrada, Fastweb, Tiscali.

La serata, condotta da Michelle Hunziker, vedrà sul palco dell’Open Air Theatre nomi che vanno da Pelè a Kylie Minogue, da Giuliano Sangiorgi a Claudio Ranieri, da Gianna Nannini a Massimiliano Allegri, da Skin a Laura Pausini in collegamento video, dal Volo a Ronaldo. E poi ancora Marcello Lippi, Francesco Renga, Alessandra Amoroso, il Maestro Zubin Mehta, Roberto Vecchioni, il soprano Aida Garifullina, Lorenzo Fragola, Arrigo Sacchi, Samuel Eto’o, Clarence Seedorf, Leonardo, Roberto Carlos, Esteban Cambiasso, Kevin-Prince Boateng, Gianluca Pessotto, Ramiro Cordoba, Francesco Toldo, Dejan Stankovic.

Lo spettacolo, presentato da Alfa Romeo e promosso da Regione Lombardia, verrà trasmesso da Canale 5 il giorno dopo, il 26 maggio, in prima serata. “Non si fa mai abbastanza per dare un contributo a chi ha bisogno, perciò siamo felici di aprire il palinsesto di Canale 5 a questo evento – ha detto il direttore della rete, Giancarlo Scheri – sarà una grande serata di beneficenza, ma anche un bellissimo spettacolo”.

L’occasione è nata dall’amicizia e dall’impegno nel sociale che lega Bocelli e Zanetti. “Io ho conosciuto Zanetti ben prima che lui conoscesse me, visto che – ha scherzato Bocelli, alludendo alla sua passione per la squadra di cui l’amico oggi è vicepresidente – seguo l’Inter dai tempi di Facchetti e Mazzola”. Poi, più seriamente, il tenore ha raccontato che “tutti sogniamo un mondo migliore, ma lo può diventare solo passando attraverso l’educazione: se non si stimola l’intelligenza non fioriscono i talenti. In Argentina e Haiti ci sono tanti bimbi che hanno voglia di fare”.

Ed è un grande sogno quello di garantire l’accesso all’educazione a oltre 500 bambini a Buenos Aires e 1.750 studenti in Haiti, che ha spinto Bocelli e Zanetti a unire gli sforzi delle loro fondazioni: “organizzare questo evento è importante perché si tratta – ha sottolineato l’ex calciatore, che ha lanciato la sua Fondazione insieme alla moglie ormai 15 anni fa – del futuro dei bambini. Speriamo che domani arrivi un messaggio forte, la speranza che il mondo diventi migliore per tutti”.