Terence Hill: chi è Lori Hill, moglie dell’attore

Pubblicato il 21 gennaio 2016 20.01 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2016 13.35

Tags:

 
Terence Hill: chi è Lori Hill, moglie dell'attore

R OMA – Terence Hill, chi è Lori Hill moglie dell’attore. Tutti lo conosciamo come Terence Hill ma il suo vero nome  è Mario Girotti, nato a Venezia nel 1936. Dopo il successo con i film in coppia con Bud Spencer, ha avuto un periodo di smarrimento, finito nel dimenticatoio, poi è tornato alla ribalta con Don Matteo personaggio grazie al quale sta facendo fare record di ascolti a Rai Uno. Ma chi è la moglie dell’attore? I due si sono sposati nel 1967 (50 anni il prossimo anno). Si chiama Lori Hill (nata Zwicklbauer), è una ragazza statunitense di origine tedesca, conosciuta lo stesso anno sul set del film campione d’incassi “Dio perdona… io no!”.

Nel 1999 l’attore ha deciso di abbandonare un po’ i grandi spazi americani per calarsi nell’atmosfera più intima di questo paese medioevale, che ha fatto da sfondo suggestivo a otto serie di Don Matteo, prima della recente trasferta Spoleto. In questa casa affittata sulle colline umbre dentro una riserva di quattrocento ettari piena di animali in libertà, Terence Hill ha ritrovato posti di felicità in cui correre passeggiare sulle rive del lago verde e sfrecciare in bicicletta proprio come il celebre prete nella fiction Don Matteo.

“In fondo per me venire in Umbria è stato semplicemente un tornare a casa perché anche se sono nata Venezia e mamma era tedesca, la famiglia di papà ha origini qui a Verbania. E qui ho vissuto dai cinque agli undici anni quelli più formativi. Tornarci da adulto mi ha fatto ritrovare compagni di scuola gli odori di colori e sapori della terra”.

La coppia ha anche perso il figlio. Una tragica fatalità avvenuta nel Massachusetts negli anni settanta quando era andato là a vivere con la famiglia, “quando un potente produttore mi ha chiamato per il ruolo di uno stupratore minacciando di distruggere la mia carriera in caso di rifiuto, ho capito che era ora di partire, a fare l’attore, ma seguendo la mia strada. Così ho preso moglie e figli ho caricato la station wagon e mi sono ritrovato in Massachusetts. Era ottobre la stupenda estate indiana a StockBridge sembrava il paradiso. Solo più tardi ho scoperto che d’inverno si gela e la vita è meno idilliaca di come si era apparsa la prima volta”.