Tumore al seno, non solo noduli: sintomi da non sottovalutare

Pubblicato il 11 novembre 2016 11.30 | Ultimo aggiornamento: 11 novembre 2016 11.29

Tags: ,

 

L ONDRA – Tumore al seno: non solo noduli. Una donna su sei (circa il 17 per cento del totale) che ha ricevuto una diagnosi di cancro al seno manifesta sintomi diversi della malattia, tra i quali ulcerazioni della mammella, anomalie del capezzolo, infezioni del seno o infiammazioni, gonfiore al braccio o all’ascella o dolore all’ascella stessa.

Non sempre, però, si sa che questi sintomi possono significare un tumore. E così la visita al medico spesso viene rimandata. È quanto emerge da uno studio dello University College London, presentato alla National Cancer Research Institute (NCRI) Cancer conference a Liverpool.

I ricercatori hanno esaminato i dati di oltre 2.300 donne con diagnosi di cancro al seno nel Regno Unito negli anni tra il 2009 e il 2010, e hanno scoperto che, sebbene la maggior parte delle donne avesse cercato aiuto in fretta, quelle con sintomi diversi dai noduli risultavano più propense a ritardare la visita dal medico.

Non solo: erano meno propense a rivolgersi subito al dottore anche coloro che avevano sia il nodulo sia altri sintomi. Quelle con ulcerazioni della mammella, anomalie del capezzolo, infezioni del seno o infiammazioni, il braccio o l’ascella gonfi, e dolore all’ascella avevano maggiore probabilità di aspettare più a lungo di tre mesi prima di rivolgersi al medico.

Eppure, come ha sottolineato la professoressa Monica Koo, autrice dello studio,

“È fondamentale che le donne siano consapevoli del fatto che un nodulo non è l’unico sintomo di tumore al seno. Se vi è preoccupazione per qualsiasi sintomo che riguarda il seno, la cosa migliore da fare è un controllo medico il più presto possibile. Fare una diagnosi precoce è davvero cruciale per aumentare le possibilità di sopravvivenza”.