Stress e stanchezza dopo i ponti di primavera? 5 modi per riprendersi

Pubblicato il 5 maggio 2015 13.00 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2015 10.35

Tags: ,

di redazione Ladyblitz
 

R OMA – Siete appena rientrate al lavoro dopo il ponte del primo maggio ma vi sentite già stanche, stressate, affaticate, come se aveste bisogno di una vacanza? Non siete le sole. Sono più di sei milioni gli italiani che, dopo i ponti di primavera, rischiano di subire il ‘post vacation blues’, noto anche come stress da rientro. Lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano, ha spiegato all’agenzia Agi come superare questo problema e tornare al lavoro con slancio. 

“Il rientro al lavoro dopo un periodo di vacanza può effettivamente creare disagio, alcuni studi suggeriscono infatti che addirittura sia il 50% dei vacanzieri a soffrirne. Questo stress da rientro spesso consiste in un senso di spossatezza, che porta con sé difficoltà di concentrazione, emicranie, sensazione di confusione e stordimento. Ma non è tutto, possono insorgere infatti ulteriori problematiche come l’attivazione neurofisiologica con tachicardia, ipersudorazione, dolori muscolari, oltre che sintomi a maggior connotazione affettiva come perdita di entusiasmo, irritabilità, rimugino e chiusura relazionale”.

Ma ci sono cinque consigli che il dottor Cucchi dà per vincere il post vacation blues e tornare al lavoro senza problemi:

1. PRIMA REGOLA: VOLTARE PAGINA – Per superare lo stress da rientro è fondamentale pensare che il ritorno al lavoro sia un’occasione per rinnovare alcune abitudini, ripensare ad alcune modalità, scegliere strategie e direzioni leggermente diverse, per sentirsi più padroni del proprio tempo e della propria rotta.

2. NON LASCIARSI TRASCINARE DALL’EMOTIVITA‘ –  Dedicare un lasso di tempo maggiore del solito a pensare prima di agire può essere un buon modo per rientrare di slancio senza troppi fastidi; non buttarsi subito a inviare mail o nell’operatività impulsiva della gestione della casa e delle faccende arretrate, ma “progettare il percorso verso la meta”.

3. LA CALMA E’ LA VIRTU’ DEI FORTI – Riprendere a piccoli passi, con gradualità, è un toccasana per chi torna al lavoro dopo un periodi di ferie. Assolutamente da evitare l’errore di sentirsi in ritardo perché la pancia dice che è necessario tornare a fare una vita frenetica: non tutte le cose che ci si sente di dover fare sono così urgenti.

4. E’ IMPORTANTE DARSI TREGUA – Uno dei rituali più controproducenti è quello di cercare di dilatare il tempo riempiendolo eccessivamente di cose da fare e intasando l’agenda di impegni. E’ più opportuno invece porsi obiettivi raggiungibili e cercare di raggiungerli senza infliggersi troppa violenza.

5. TENERSI IN MOVIMENTO – Se si è trascorsa una vacanza movimentata, con camminate o nuotate rigeneranti, è molto importante non perdere la forma fisica acquistata. Per raggiungere questo scopo esistono diversi metodi, come spostarsi per la città il più possibile in bicicletta o cercare di andare a correre un paio di volte alla settimana.