Selfie più pericolosi degli squali: 12 morti nel 2015

Pubblicato il 1 ottobre 2015 13.00 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2015 11.52

Tags:

di redazione Ladyblitz
 
Slefie più pericolosi degli squali: 12 morti nel 2015

R OMA – Avete paura degli schiavi? I selfie sono molto più pericolosi: solo in questi primi mesi del 2015 le vittime di incidenti legati all’autoscatto sono dodici, mentre le morti provocate dagli squali sono otto.

L’ultima vittima di un selfie è un giapponese di 66 anni, precipitato mentre cercava di fare entrare nell’inquadratura se stesso e il tempio indiano Taj Mahal, ad Agra. In Spagna, invece, un uomo è morto tentando di ritrarsi con i tori, che l’hanno incornato, mentre due russi sono rimasti uccisi sugli Urali cercando di fotografarsi con una granata.

In Russia il fenomeno è talmente preoccupante che quest’estate il ministero degli Interni ha diffuso una brochure che mette in guardia dai selfie ‘cool’ che potrebbero costare la vita. “Prima di scattarsi una foto con il cellulare, le persone dovrebbero pensare che rincorrere i ‘like’ potrebbe farli morire e che la loro ultima foto estrema potrebbe uscire postuma”, ha spiegato il ministro ad Al Jazeera.