Palestra, 30 minuti di allenamento intensivo: l’ultima moda Usa

Pubblicato il 27 agosto 2016 07.00 | Ultimo aggiornamento: 26 agosto 2016 13.23

Tags:

 

M ILANO – In forma senza passare estenuanti ore in palestra? Fare attività fisica senza perdere tempo? Arrivano le sessioni di fitness da trenta minuti. Mezz’ora appena per mantenersi in linea, lezioni brevi a rapida intensità, che permettono di coniugare una vita frenetica alle esigenze del fisico.

Negli Stati Uniti, spiega Valeria Pini su Repubblica, la mezz’ora di aerobica, spinning o pilates fa già tendenza. Ma anche a Milano sono sempre di più le palestre che sponsorizzano allenamenti intensivi di breve durata. Ma la domanda sorge spontanea: come è possibile che in mezz’ora si riescano ad ottenere gli stessi benefici di allenamenti di un’ora e più?

 

Come ha spiegato Ali Spiro, 26 anni, esperta di benessere e fitness,

“Se il corso è breve le persone sono spinte ad andare ad allenarsi più spesso. Il peso dell’impegno è minore, ma anche pochi minuti di sport possono fare molto bene. Si trova il tempo per andare a fare esercizio ogni giorno e non ci sono scuse per la pigrizia”.

Ma il motivo fondamentale è che molto spesso il motivo che spinge le persone a non iscriversi in palestra (o a iscriversi ma non andarci) è che manca il tempo, o almeno questa è la motivazione ufficiale. Così con allenamenti di trenta minuti questa scusa cade.

“Siamo concentrati su questo nuovo trend – spiega Aaron Cave, a capo della formazione dei docenti del gruppo – . I nostri iscritti vogliono allenarsi e uscire rapidamente. Hanno poco tempo. Oggi anche la tecnologia e le varie App indossabili permettono di fare ginnastica e di monitorare il livello di sforzo e il consumo di calorie in tempo reale. Ci sono corsi veloci di pilates, di yoga o sessioni veloci per ‘scolpire’ addominali e glutei”.

Del resto, sottolinea a Repubblica Michelangelo Giampietro, specialista in Scienza dell’Alimentazione e di Medicina dello sport e docente della Scuola dello Sport del Coni di Roma,

“Già nel 2013 una posizione ufficiale dell’American College of Sport Medicine indicava che l’allenamento intenso da 20′-30′ può dare buoni risultati nel controllo del peso e del grasso in eccesso, e nel migliorare lo stato di salute globale e l’efficienza muscolare. Va detto che qualsiasi lavoro che facciamo con i nostri muscoli porta benefici per la salute, ma i 30 minuti ad alta intensità potrebbero non andare bene per tutti. Per un cardiopatico, ad esempio, è meglio un allenamento ad intensità moderata. Anche una persona in ottime condizioni fisiche, ma poco allenata, non può affrontare subito un allenamento intenso di 30′. Serve una preparazione adeguata”.