Matrimonio protegge gli uomini anziani. Mentre le vedove…

Pubblicato il 5 maggio 2016 08.00 | Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2016 13.10

Tags: ,

 
Matrimonio protegge gli uomini anziani. Mentre le vedove...

P ADOVA – Il matrimonio protegge la salute degli anziani, in particolare degli uomini: se restano vedovi diventano più fragili e tendono ad ammalarsi, fino a morire. Non è così, invece, per le donne: la vedovanza, anche se dolorosa, le rende più forti. Persino più forti delle coetanee sposate.

E’ quanto hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Padova analizzando la salute di circa duemila pazienti over 65, ed evidenziando come la salute degli anziani sia protetta dal matrimonio: infatti i maschi over-65 sposati sono più forti e più sani dei coetanei celibi o vedovi, e sono meno esposti a malattie croniche, disabilità e morte.

Non sono altrettanto fortunate le anziane sposate: infatti per le over-65 la vedovanza risulta un vantaggio in termini di salute. Le donne che hanno perso il consorte appaiono più ”forti” delle coetanee che hanno ancora la fortuna di avere il marito accanto, soffrono meno di malattie croniche e hanno un ridotto rischio di morte.

 

I ricercatori hanno scoperto che il matrimonio protegge gli uomini ma non le donne dalla fragilità, condizione che si misura attraverso alcuni parametri fisici tra cui la velocità della camminata dell’anziano, la forza della presa della mano, l’autonomia nelle attività quotidiane. Anzi: per le donne l’essere vedove è associata a un migliore stato di salute.

È probabile, ipotizzano i ricercatori, che questo risultato sia la conseguenza diretta del fatto che la vita coniugale tende ad essere più gravosa e stressante per la donna anziana che, per tradizione, deve gestore il ménage casalingo.