Il tuo uomo è culturista? Attenzione: troppo sport fa male a…

Pubblicato il 9 maggio 2016 09.20 | Ultimo aggiornamento: 9 maggio 2016 01.15

Tags:

 
Il tuo uomo è culturista? Attenzione: troppo sport fa male a...

Il tuo uomo è culturista? Attenzione: troppa palestra, il culturismo in particolare, così come l’atletica leggera, ma anche l’equitazione e il ciclismo praticati a livello professionale, fanno male alla sfera sessuale maschile e femminile. Secondo quanto riportato dall’Ansa, l’allarme arriva direttamente dagli urologi riuniti oggi a Roma per il Congresso “Qualità di Vita in Urologia e Andrologia” promosso e organizzato da Francesco Sasso specialista in Urologia e Andrologia presso l’Università Cattolica Sacro Cuore di Roma – Fondazione Gemelli, con il patrocinio della Società Italiana di Urologia.

Tra le cause della disfunzione erettile, un disturbo che nel mondo colpisce 100 milioni di uomini, nel nostro Paese il 13% della popolazione maschile che aumenta con l’età: dopo i 50 anni quasi il 50% degli uomini ne soffre, troviamo l’eccessivo sforzo fisico e l’uso di sostanze dopanti.

“Nell’uomo – spiega Sasso – l’uso della bicicletta determina una compressione della zona perineale che provoca un mancato afflusso di sangue, e di conseguenza la perdita di elasticità”.

Sotto accusa anche la corsa prolungata, l’overtraining, meglio nota come l’atletica leggera che superi i 100 chilometri alla settimana. Giovani e meno giovani, nessuno può ritenersi fuori. Alla luce di queste osservazioni, il consiglio degli esperti non e’ quello di smettere di fare sport, anzi, l’attivita’ fisica va fatta e’ consigliata perche’ “l’esercizio fisico ben condotto migliora la salute sessuale”.

Insomma, fare sport fa bene, ma farne troppo può fare male, soprattutto al cuore. A lanciare l’allerta sono due studi distinti pubblicati sul British Medical Journal e condotti dal German Cancer Research Center di Heidelberg, in Germania, e dal Karolinska Institutet di Solna, in Svezia.

I ricercatori sono concordi su una cosa: troppa attività fisica ad alta intensità aumenta il rischio di morte per attacco cardiaco o ictus tra i pazienti affetti da patologie cardiache. Non solo: il pericolo riguarda anche i giovani sani: i ragazzi che fanno esercizi di resistenza per più di cinque ore alla settimana possono aumentare significativamente il rischio di sviluppare un ritmo cardiaco irregolare da adulti.