Ictus, i cibi che proteggono: agrumi, mele, olio…

Pubblicato il 1 aprile 2016 14.00 | Ultimo aggiornamento: 1 aprile 2016 13.07

Tags:

 
Ictus, i cibi che proteggono: agrumi, mele, olio...

M ILANO – Ictus cerebrale, proteggersi a tavola è possibile. Ecco quali alimenti aiutano a prevenire quella che è la seconda causa di morte a livello mondiale: frutta e verdura, sicuramente, ma in particolare agrumi (limone, arance, pompelmi), mele, pere, verdure a foglia, olio extra vergine di oliva, pesci ricchi di acidi grassi omega 3 (come sardine, aringhe e salmone), fibre (quelle contenute nei cereali integrali, per esempio, oltre che nei vegetali) e vitamine B6 e B12 (che si trovano, tra l’altro, in uova, frutta secca e semi).

A ricordare il menu per prevenire l’ictus cerebrale è Alice Italia Onlus (Associazione per la lotta all’ictus cerebrale), che dedica il mese di aprile proprio alla prevenzione di questa malattia, possibile nell’80% dei casi.

 

In particolare, sottolineano gli esperti, il consumo di frutta e verdura, come agrumi, mele, pere e ortaggi a foglia verde, contribuisce molto alla protezione da questa patologia: aumentare di circa due etti al giorno l’apporto di frutta e verdura fa diminuire il rischio di ictus rispettivamente del 32% e dell’11%.

Un aumento del consumo di olio extra vergine di oliva è stato associato a una riduzione del 20% del rischio di ictus e dell’11% della mortalità, mentre se da una parte vanno consumati con moderazione sale, alcol e grassi saturi, ci sono grassi sani come gli omega 3, ma anche fibre, vitamina B6 e B12, calcio e potassio che diminuiscono il rischio.

Ecco alcuni dei consigli degli esperti:

  1. consumare del pesce almeno due volte alla settimana, soprattutto salmone, pesce spada, pesce azzurro o trota;
  2. ridurre il sale (massimo 5 grammi al giorno), cosa che fa bene anche contro l’ipertensione e gli infarti;
  3. consumare almeno tre porzioni di frutta e almeno due di verdura al giorno;
  4. limitare grassi e condimenti di origine animale;
  5. bere non più di 2 bicchieri di vino al giorno.