Dimagrire? Meno calorie, più coccole. E non solo

Pubblicato il 11 maggio 2016 18.30 | Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2016 17.25

Tags:

 

N EW ORLEANS – Meno calorie, più sesso. Se stavate cercando un buon motivo per mettervi a dieta eccolo: secondo uno studio della Louisiana State University, negli Stati Uniti, ridurre di un quarto l’apporto calorico potrebbe migliorare la vita sessuale, il sonno e l’umore.

I ricercatori americani hanno seguito 218 uomini e donne con una età media di 38 anni e con un indice di massa corporea tra 22 e 28. L’indice di massa corporea ideale è quello che va dai 18 ai 24,9, mentre tra i 25,2 e i 29,9 il soggetto si considera in sovrappeso, e oltre i 30 si considera obeso.

I volontari sono stati divisi per quasi due anni in due gruppi diversi, uno dei quali è stato invitato a seguire una restrizione calorica del 25 per cento.

I partecipanti hanno compilato un questionario che indagava sull’umore, la qualità della vita, il sonno e la funzione sessuale in tre momenti diversi: uno all’inizio dello studio, uno dopo un anno e un terzo dopo due anni. Il gruppo sottoposto a restrizione calorica ha perso in media quasi 8 chilogrammi dopo due anni.

Analizzando tutti i dati raccolti attraverso i questionari, poi, i ricercatori hanno scoperto che coloro che hanno seguito una dieta con restrizione calorica erano anche quelli con un umore migliore, con maggiore desiderio sessuale e un miglior rapporto con il partner. E nel giro di un anno anche la qualità del sonno è migliorata. “Questi risultati dimostrano che la restrizione calorica potrebbe portare a qualche miglioramento”, hanno assicurato i ricercatori.