Dimagrire mangiando: i cibi che aiutano a perdere peso

Pubblicato il 29 gennaio 2016 15.30 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2016 16.13

Tags: , ,

 
Dimagrire mangiando: i cibi che aiutano a perdere peso

L ONDRA – Dimagrire mangiando: sembra un paradosso ma non lo è. Tutto dipende da quel che si mangia. Ci sono infatti alcuni cibi che aiutano a perdere peso, o quanto meno a non accumularne, pur mangiando. Stiamo parlando di frutta e verdura ricca di flavonoidi, come mele, pere, fragole e cipolle.

Questi frutti aiutano a mantenere il peso forma e non prendere chili di troppo, contribuendo a prevenire obesità e malattie collegate, come diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro.

A dirlo è uno studio pubblicato sul British Medical Journal (Bmj) che ha preso in esame l’influenza di alimenti ricchi di flavonidi sul peso.

Sono più di 6mila i tipi di flavonoidi naturalmente presenti in frutta e verdura. Già precedenti studi avevano associato queste sostanze al dimagrire, ma le avevano testate solo su un piccolo numero di partecipanti in sovrappeso o obesi.

In questo nuovo studio condotto dalla Harvard T.H Chan School of Public Health e dell’Università dell’East Anglia l’équipe guidata dalla professoressa Monica Bertoia ha valutato invece un campione molto ampio di 124.086 uomini e donne tra 27 e 65 anni.

Ogni 4 anni tra il 1986 e il 2011, i partecipanti sono hanno compilato un questionario dietetico, da cui i ricercatori hanno valutato il loro apporto di diversi tipi di flavonoidi. Mentre ogni due anni sono stati chiamati a riferire eventuali cambiamenti di stili di vita.

In base ai risultati così raccolti è emerso che chi aveva aumentato anche di poco il consumo di antociani, come fragole e mirtilli, polimeri flavonoidi, come le mele, e flavonoli, presenti in tè e cipolle, era stato meno soggetto ad un aumento di peso. I dati erano confermati anche al netto di cambiamenti nelle abitudini al fumo o all’attività fisica.

Come ha sottolineato Bertoia,

“Le variazioni di peso non sono ampie, ma sono evidenti e potrebbero contribuire a combattere l’epidemia di obesità in corso”

Conferma Aedin Cassidy della University of East Anglia:

“Questo è il primo grande studio che ha esaminato l’associazione tra il consumo di tutti i flavonoidi e l’aumento di peso negli adulti di mezza età e negli anziani. La maggior parte degli adulti aumenta di peso man mano che invecchiano e anche piccoli aumenti di peso possono avere un impatto sostanziale sul rischio di soffrire di pressione sanguigna alta, di sviluppare malattie cardiache, cancro o diabete. Così è necessario individuare le strategie per aiutare le persone a mantenere un peso sano nella mezza età. Basta una sola porzione di alcuni di questi frutti al giorno per avere un impatto importante sulla salute”.