Dieta anti additivi: 14 consigli utili da seguire

Pubblicato il 2 maggio 2016 14.13 | Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2016 14.13

Tags:

 
Dieta anti additivi: 14 consigli utili da seguire

D agli aromatizzanti, che costituiscono il gruppo più numeroso degli additivi, ai coloranti, presenti in prodotti ‘ovvi’ come le caramelle ma anche in minestre pronte, pesce affumicato, maionese e persino nelle uova fresche per rendere il tuorlo più ‘appetibile, sono oltre tremila le sostanze aggiunte ai cibi di tutti i giorni che possono scatenare allergie nei soggetti predisposti. Ecco i consigli per evitarli dagli esperti della Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica.

  •  CEREALI: ogni tipo di cereale meglio se biologico, come frumento, avena, mais, grano saraceno, farro, riso, orzo.
  • PANE: a lievitazione naturale, non accelerata da altre sostanze chimiche.
  • TORTE E BISCOTTI: meglio se fatte in casa con lievito privo di aroma alla vaniglia.
  • FRUTTA E VERDURA FRESCA: evitare la frutta congelata, in vaso o in barattolo, la frutta candita.
  • LATTE: fresco, meglio se biologico e yogurt. Non acquistare invece yogurt aromatizzati o colorati.
  • FORMAGGI: preferibile il parmigiano.
  • CARNE: preferire quella fresca, ma anche congelata e salata, non usate carne in scatola o che abbia subito trattamenti.
  • UOVA: meglio se biologiche perché non contengono coloranti artificiali per il tuorlo.
  • PESCE: privilegiare sempre il fresco, ma consentito il congelato e salato. Evitate quello in scatola, affumicato, il fritto già impanato che contiene coloranti, ma anche pasticci di pesce, polpette se non fatte in casa.
  • MINESTRE: con ingredienti freschi e permessi. Evitare le minestre pronte, in barattolo, in busta.
  • ZUCCHERO: di questo prodotto è da preferire il tipo integrale.
  • OLI VEGETALI: Quello d’oliva è consigliabile sceglierlo extravergine, per gli altri tipi di oli di mais, girasole, sesamo, lino attualmente si trovano in commercio prodotti biologici senza sostanze aggiunte per l’estrazione.
  • ACETO, SALE: del secondo è meglio usare il tipo integrale marino. Non usare preparati già pronti per condire, la maionese e altre salse solo se preparate in casa.
  • MODALITA’ DI COTTURA: per cucinare sono preferibili le pentole di acciaio inossidabile o pirofile di vetro. Conservare gli alimenti possibilmente in contenitori di vetro. Ogni altro materiale può rilasciare sostanze indesiderate nei cibi. (Ansa).