Diabete, 7 alimenti che aiutano a prevenirlo

Pubblicato il 8 aprile 2016 15.30 | Ultimo aggiornamento: 8 aprile 2016 15.10

Tags:

 
Diabete, 7 alimenti che aiutano a prevenirlo

R OMA – Diabete, 7 alimenti che aiutano a prevenirlo. Sono pesce, verdura, frutta fresca, frutta secca, olio extra vergine di oliva e cioccolato fondente. Ricchi di antiossidanti, hanno proprietà antinfiammatorie: non solo rallentano l’invecchiamento, ma sono utili anche nello stimolare il sistema immunitario.

Il professor Enzo Spisni, ricercatore dell’Università di Bologna e membro del comitato scientifico del Master in alimentazione ed educazione alla salute, ha spiegato a Laura Preite de La Stampa le qualità di ognuno di questi “fantastici 7”.

  1. PESCE  – “E’ un alimento antinfiammatorio, ricco di acidi grassi omega 3 a catena lunga. Andrebbe mangiato 2-3 volte a settimana. Tutti i pesci vanno bene, attenti però a quelli in cima alle catena alimentare, i predatori come alcuni tonni, sgombro gigante, pesce spada. La contaminazione del mare è fuori discussione e gli inquinanti, dai metalli pesanti alle plastiche, si bioconcentrano nei vertici delle piramidi alimentari. Stiamo parlando di pesce pescato. Il tonno pinna gialla, quello delle scatolette, è meno contaminato”.

  2. FRUTTA SECCA –  “Mandorle, noci, nocciole, anacardi e pistacchi sono ricchi di micronutrienti, non dovrebbe mai mancare a tavola nonostante le molte calorie”.

  3. SPEZIE – “Nelle spezie ci sono delle sostanze con attività infiammatorie importanti come la curcuma protettiva nei confronti dell’infiammazione intestinale e del resto dell’organismo. Molte spezie sono tipicamente mediterranea: salvia, rosmarino, altre sono orientali, la curcuma, il curry da utilizzare molto di più di quanto facciamo. Inoltre la cucina molto speziata automaticamente elimina il sale”.

  4. FRUTTA E VERDURA – “Con frutta e verdura si può abbondare magari non lasciandole a fine pasto, perché si è già sazi e si tende a mangiarne troppo poca. Si può per esempio sostituire la solita insalata a pranzo con un misto di frutta. Deve essere di stagione, perché nel tentare di far crescere la frutta dentro le serre si favorisce la crescita delle muffe e tendenzialmente ci sono livelli di antimicotici e pesticidi più alti rispetto alla frutta coltivata stagione giusta”. Attenzione all’uva per chi soffre di diabete.

  5. OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA – Le sue cui molecole naturali hanno una struttura molto simile agli antinfiammatori non steroidei, e sono quindi un antinfiammatorio naturale molto potente.

  6. CIOCCOLATO FONDENTE – Quello che ha almeno il 70 per cento di cacao ha un contenuto alto in polifenoli, per cui se ne può assumere fino a 30 grammi al giorno.